Utente 210XXX
Gentile Dottore/dottoressa,
Ho notato che in certe occasioni in cui dovrei esprimere il mio pensiero, anche perchè possono essere cose che mi riguardano direttamente, esempio scelta di corsi da fare, persino della facoltà o di viaggi da fare; magari inizio a dire come la penso, ma poi mi zittisco, incapace di proseguire e mi lascio trascinare da decisioni prese da altri. In quei momenti è come se avessi dei blocchi, come la testa fosse vuota, incapace di produrre pensieri, parole. Quasi un congelamento. Non so cosa significhi, ma le conseguenze non sono sempre ottimali.
La ringrazio per la cortese attenzione e cordialmente saluto

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

ci risulta che Lei ora ha quasi sessant'anni;
è sempre stata così
oppure quello di cui ci parla è un problema sorto recentemente?

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2] dopo  
Utente 210XXX

Gentile Dottoressa,
Non so se sono sempre stata così, ma il problema non è recente come si evince da un esempio: la scelta della facoltà, nn mi vengono in mente esempi precedenti, ma forse ci possono essere.
Spero si possa tentare di ovviare al problema, nonostante l'età.
La ringrazio e le auguro buona serata.

[#3] dopo  
Utente 210XXX

Gentile Dottoressa,
Aggiungo qualche altro elemento.
Soffro di fobie: altezza; dei bagni bui, ho difficoltà ad andare in bagno con la luce spenta; mi dà fastidio se mi toccano alle spalle, fortunatamente questo aspetto nel tempo si va mitigando. Il primo istinto era di una reazione nn proprio pacifica, ma x fortuna c'era il selfcontrol. Personalmente, forse perché ignorante in materia, trovo alquanto "strani" gli ultimi due comportamenti, mentre la fobia dell'altezza mi pare più comune. Per nn dire poi della paura di quando altri alzano la voce, dei forti litigi, quasi un timore che si finisca a botte.
La ringrazio per l'attenzione.

[#4]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

rispondendo alla domanda se è possibile "tentare di ovviare al problema, nonostante l'età"
Le rispondo che, sì, si può provare.
La psiche umana è per certi versi malleabile finchè la persona è motivata a esserlo,
si può cambiare fino a quando ci si impegna perchè ciò avvenga.

Certamente pesa l'esperienza di tutti gli anni trascorsi assieme a questi problemi
(mi riferisco a quelli aggiunti in #3),
ma ritengo che un percorso con una Psicologa che sia anche Psicoterapeuta potrebbe esserLe utile.

Ritiene di essere interessata a questa esperienza?

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#5] dopo  
Utente 210XXX

Sicuramente farò il percorso che mi ha indicato. Un'ultima cosa, che ne pensa dei corsi che aumentano l'autostima? Possono essere di aiuto anche per superare i blocchi accennati nella prima mail!

[#6]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lasci che la Specialista Psicoterapeuta faccia la diagnosi,
se si trattasse di autostima sarà perfettamente in grado di prendere in mano la problematica.

I corsi "collettivi" sono tutt'altro.

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. Sessuologia clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/