Utente
salve,
Volevo chiedere, se in base a questa diagnosi, dovrò ricorrere ad una operazione, oppure è possibile rimediare con cure meno invasive.
La diagnosi è:
Una riduzione della fisiologica lordosi lombare con buon allineamento dei somi vertebrali.
Alterazione del segnale dei dischi intersomatici compresi tra l3-l5 come per
fenomeni disco-malacici.
Protusione concentrica ad ampio raggio del disco compreso tra l3-l4 con impronta sulla superficie ventrale del sacco durale e con parziale impegno di entrambi i neuroforami di coniugazione in modo prevalente a destra.
Lieve protusione concentrica del disco compreso tra l4-l5.
Cono midollare normoposizionato.
Il canale vertebrale presenta dimensioni nella norma.
Presenza di angiolipomi dei somi vertebrali di l1 ed l4.
Ringraziando in anticipo, attendo un vostro riscontro.
Distinti Saluti.

[#1]  
Dr. Claudio Pedicelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente, un giudizio del genere richiede un'integrazione delle immagini con il quadro clinico.
Ragionevolmente non ci sono gli estremi dell'intervento, ma sarebbe utile mostrare le immagini a un neurochirurgo che possa valutare anche il suo stato clinico; se la degenerazione discale L3-l5 è notevole e coincide con quadro clinico di un certo tipo, possono essere utili interventi per il ripristino della giusta distanza tra le vertebre.
Cordiali saluti
Dott. Claudio pedicelli
Specialista in Radiologia
Ecografia