Cisti ovarica o problema urinario?

Salve gentili dottori, sono una ragazza di 22 anni, con ovaie multifollicolari da sempre.

Vi scrivo perché agli inizi di dicembre ho iniziato ad avvertire delle fitte nella zona pelvica centrale leggermente spostata sulla sinistra, sopra la vescica, un dolore improvviso e simile alla puntura di uno spillo, pungente e abbastanza forte, accompagnato da dolore ai reni (soprattutto quello destro) e ad occasionali dolorini anche nella pelvi destra più o meno sempre alla stessa distanza del dolore a sinistra rispetto al centro.
Questi problemi andavano e venivano, ad esempio li avevo per una settimana in costante peggioramento e poi scomparivano e così via, ed erano associati ad un bisogno più frequente di urinare e a un leggero e occasionale bruciore dell’uretra (ma non sangue nelle urine, difficoltà nella minzione o dolore durante la stessa a parte nell’ultimo periodo dolore all’addome destro, riflesso del rene, durante la minzione) Il mio medico di famiglia mi prescrisse monuril ed un antibiotico che però non migliorarono la situazione.

Mi sono recata al pronto soccorso agli inizi di Gennaio i quali dopo ecografia (test urina negativo) mi dissero che avevo una formazione nella vescica, prescrivendomi una visita urgente da un professionista.
Effettuata questa visita in cui il medico non mi ha controllata ma ha solo ipotizzato dal referto del radiologo che potesse essere qualcosa di orrendo, prescrivendomi una cistoscopia.
Al termine di questa visita, io, ovviamente shockata mi sono recata da un urologo della mia zona che con ecografía ha constatato si trattasse invece di una cisti ovarica funzionale a dx di circa 8 cm e ha dichiarato che la vescica fosse libera.
Sono stata ricoverata in ospedale ed operata in laparoscopia, durante la quale la cisti (per conservare l’ovaio) venne aspirata, e mi hanno spiegato che può succedere che quando la cisti è grande crei tutti questi sintomi, sia i dolori dalla parte opposta che il resto perché appunto spinge sulla vescica e può causare magari reflusso renale con conseguente dolore anche ai reni.
Dopo l’operazione i dolori ai reni sono spariti ed anche quelli alla pelvi (ovviamente eccetto quelli dovuti all’operazione) e per circa tre settimane sono stata bene.
Ho chiesto a 6 medici diversi di eseguirmi una ecografia alla vescica e nessuno ha riscontrato nulla nemmeno nei reni.
La cisti dall’ultimo controllo il 20 febbraio si era riformata ma non era di dimensioni considerevoli (credo al Max 4 cm con ovaio ancora dilatato dall’intervento) Adesso i problemi sono tornati, iniziati con una fitta forte e sempre pungente nello stesso punto a sinistra e dolorini più tranquilli a destra, dolore ai reni ecc.
volevo chiedere se potrebbe essere la nuova cisti (ho appena passato le mestruazioni e iniziato la pillola da circa 5 gg) anche se piccola, e se questo tipo di dolore pungente possa essere normale oppure consigliate ulteriori accertamenti urologici?
Sto impazzendo, non ho più vita.

Vi ringrazio infinitamente.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 37.9k 1.7k 16
La persistente negatività deli riscontri vescicali (ecografia ed esame delle urine, assenza di fastidi urinari) ci fa pensare che i suoi disturbi siano dovuti al problema ginecologico, probabilmente non ancora stabilizzato.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it