Irritazione del pene dopo rapporto sessuale

salve, scrivo per quanto segue: ho avuto un rapporto non protetto con mia moglie, uno dei tanti, di notte.

Al risveglio il glande e il prepuzio erano arrossati e con delle macchioline rosse, il prepuzio inspessito tanto che si apriva male.
Mia moglie dice di non avere nulla, di non avere alcun sintomo.
Ho dato sopra il prepuzio e il glande gentamicina e poi pasta fissan e la cosa è migliorata notevolmente ma ho iniziato ad avere lievi sintomi urinari (bruciore post minzione in corrispondenza della prostata e della vescica) come se l'infezione sia andata all'interno dell'apparato urinario dall'esterno tramite l'uretra.

Sul prepuzio e sul glande continuo però ad avere prurito quando li tocco, ad esempio quando mi lavo, mi viene un prurito irresistibile ma alla vista in apparenza sembra tutto ok se non per il fatto che il pene sembra leggermente ristretto prima del glande e ho notato che uno dei lembi del foro di fuoriuscita delle urine sul glande è più sporgente dell'altro e il getto urinario è lievemente storto verso destra.
Mi è gia capitato in passato di avere queste irritazioni cutanee successivamente al rapporto ma di solito si trattava di episodi che si risolvevano da se in una giornata, ora sinceramente non so cosa pensare, è una settimana che vado avanti con questi fastidi.

Possibile che mia moglie all'interno del rapporto di coppia possa trasmettermi queste infezioni oppure per forza è necessario che vi sia di mezzo un rapporto extra coniugale?
Cosa posso fare per risolvere l'infezione?
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 40.4k 1.8k 19
A distanza non è ovviamente possibile giudicare. Non è detto che si debba trattare per forza della trasmissione di una infezione, potrebbe anche essere solo una sensibilizzazione dovuta al contatto con detergenti intimi aggressivi o sedicenti medicati. In ogni caso, se il disturbo persiste, è opportuno sottoporsi alla visita diretta di un nostro Collega specialista in urologia.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it