Utente 392XXX
Buona sera Dottori,
finalmente dopo giorni riesco ad avere la possibilità di scrivere il problema che ha mio padre:
-operato di k-vescica il 30 luglio scorso
-risultato esame istologico(09 agosto) del Centro Diagnosi Salentino:
Biopsia endoscopica vescicale (sedi multiple) "tumore a cellule uroteliali papillare, di basso grado (G1) non infiltrante nei frammenti in esame"
Indirizzo terapeutico:
-cistoscopia 3 mesi (prenotazione il 15 novembre 2007)
-citologia urinaria in 3 campioni tra due mesi (già effettuata i medici dicono tutto ok ma nn ho letto i referti ancora)

Comunque mio padre continua a dire che ha dolori alla vescica e al pene, a fatto una cura di antibiotici (10 gg) prescritti dall'Urologo e il dolore nn è passato.
Dice di avere riscaldamento, a me sembra che beva poco, può essere?
ed un bicchiere di vino al giorno fa bene? A volte preferisce bere bibite gasate perchè le preferisce all'acqua, può essere un problema?
Ormai ha sempre questi dolori che a volte lo costringono a prendere antidolorifici, secondo voi dovrebbe fare delle visite particolari? O è normale?
Infine vi chiedo cosa ne pensate della tecnologia Synergo?
Grazie in anticipo per le vostre risposte

[#1]  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
le consiglio di far bere almeno due litri di acqua al giorno in quanto dovrebbere "lavare la vescica", lo faccia vedere cmq dall'urologo che lo segue.
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#2]  
Dr. Daniele Masala

28% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro signore l'iter seguito da suo padre sia per l'intervento sia per i controli post operatori mi sembra assolutamente da manuale.
QUanto al dolore uretrale , purtroppo le manovre endoscopiche di questo tipo possono esporre a questo tipo di problemi che vengono riferiti individualmente come transitori o come sintomi che si protraggono anche per lunghi periodi di tempo, generalmente si associano ad infezioni urinarie,motivo per cui noi urologi consigliamo anhc el'esecuzione di esame delle urine con urinocultura.
In assenza di positività dell'urinocultura suo padre potrebbe giovarsi di una terapia antibiotica empirica unitamente ad una antiinfiammatoria, ma tutto ciò va naturalmente indicato da uno specialista.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#3]  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Concordo
Dott.Roberto Mallus

[#4]  
Dr. Giuseppe Benedetto

28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
GIOIA DEL COLLE (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
anch'io sono daccordo
dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com

[#5] dopo  
Utente 392XXX

ma potrebbe essere un problema questo dolore che alla prostrata gonfia. se si cosa vuol dire?