Quali sono i sintomi della sinusite? Oltre alla difficoltà nella respirazione, un forte mal di testa che si presenta soprattutto nelle ore serali e in quelle mattutine. Ecco il nuovo intervento per guarirne

Quali sono i sintomi della sinusite? Oltre alla difficoltà nella respirazione, un forte mal di testa che si presenta soprattutto nelle ore serali e in quelle mattutine. La cefalea è uno degli indizi che indirizza il medico verso la diagnosi di sinusite. Questi sono i sintomi della cefalea dovuta alla sinusite cronica:

 

  1. Sede del mal di testa: frontale medio-facciale o periorbitale.

  2. Carattere del mal di testa: sordo.

  3. Ore del giorno in cui si presenta il mal di testa: mattina e sera.

  4. Durata del mal di testa: più di un giorno.

  5. Altri sintomi del mal di testa: congestione e secrezione nasale.

 

A cosa è dovuto il mal di testa da sinusite cronica? Per capirlo è necessario ricordare innanzitutto che cos'è la sinusite: si tratta di una malattia che colpisce i seni paranasali, ovvero quelle cavità pneumatiche delle ossa facciali che si sviluppano dalla cavità nasale durante la vita intrauterina e la fanciullezza. I seni paranasali sono di quattro tipi: frontale, mascellare, etmoidale e sfenoidale. Al loro interno si trova del muco che svolge in condizioni normali una funzione protettiva ma che per varie cause potrebbe infettarsi e trovare difficoltà nel drenaggio, ostruendo le vie respiratorie e provocando la congestione nasale e il mal di testa.

 

Quando si considerano i seni come fonte di dolore cronico o facciale, bisogna ricordare i loro rapporti anatomici con le strutture neurovascolari quali l'arteria carotide interna, le branche del trigemino, il nervo ottico, il nervo olfattorio e il plesso simpatico.

 

A seconda del tipo del seno paranasale infetto, la cefalea avrà caratteristiche diverse.

 

Sinusite mascellare

Dolore tipico: mal di testa, sensazione di pressione, bruciore e pienezza dentro l'occhio, fino ad un dolore lancinante.

Sintomi: congestione nasale, secrezione nasale purulenta al di sotto del turbinato medio, febbre e malessere, frequenti raffreddori.

Dove si localizza il dolore: antro colpito, radici del secondo premolare e del primo e secondo molare che hanno rapporti di continuità con il pavimento del seno.

 

Sinusite frontale

Dolore tipico: mal di testa sordo, sensazione di indolenzimento.

Sintomi: la particolarità della sinusite frontale è l'esacerbazione del dolore a fronte di una pressione esterna. L'infezione del seno frontale si accompagna quasi sempre all'ostruzione del dotto nasale frontale, in questo caso non si osserva secrezione purulenta dal naso ma i raffreddori sono frequenti.

Dove si localizza il dolore: al di sopra degli occhi.

 

Sinusite sfenoidale

Dolore tipico: mal di testa diffuso.

Sintomi: mal di testa, pesantezza agli occhi, dolore ai denti, raffreddore frequente.

Dove si localizza il dolore: nervi ottici, arteria carotide interna, trigemino.

 

Sinusite etmoidale

Dolore tipico: mal di testa, indolenzimento attorno agli occhi.

Sintomi: dolore diffuso legato ad una pansinusite, comune nei bambini.

Dove si localizza il dolore: zona periorbitale.

 

I sintomi che si riscontrano comunemente sono tosse, dispnea, alito cattivo, leggero mal di gola e sensazione di corpo estraneo.

 

La terapia farmacologica della sinusite

Il medico otorinolaringoiatra prescriverà analgesici per sedare il mal di testa e, a seconda del tipo di sinusite, potrà prescrivere farmaci diversi. Per la sinusite batterica acuta si agisce con antibiotici e il dottore potrebbe procedere a un'analisi del muco per individuare l'agente patogeno, prescrivendo il farmaco adatto. Per combattere la secrezione nasale vengono prescritti decongestionanti (spray nasali o anche compresse) la cui somministrazione deve essere di breve durata perché possono dare effetti collaterali tra cui dipendenza. In caso di infiammazioni gravi il dottore prescriverà corticosteroidi nasali, orali o iniettabili (quest'ultima solo per la cura di sinusite associata a polipi nasali). Se la sinusite si associa ad una allergia verranno somministrati invece antistaminici.

 

L'intervento chirurgico per eliminare la sinusite cronica

Se la sinusite si cronicizza può essere necessario intervenire chirurgicamente per rimuovere il nucleo infetto.

L'intervento chirurgico classico è la chirurgica endoscopica funzionale (Fess) eseguita con microdebrider, scelto soprattutto se la sinusite si presenta come spesso accade con i polipi nasali. La chirurgia endoscopica funzionale (o etmoidectomia) è un'operazione che si esegue in anestesia generale, con il paziente sedato. Il medico rimuove l'osso etmoide con l'aspirazione del nucleo infetto e l'eventuale rimozione dei polipi nasali. Per essere eseguito questo intervento necessita di alcuni giorni di ricovero, con una convalescenza che vede il paziente vivere i primi giorni con i tamponi nasali. La rimozione dell'etmoide potrebbe inoltre compromettere la naturale circolazione dell'aria all'interno di naso e seni paranasali.

 

L'alternativa, che non prevede bisturi né ricovero, è l'intervento di Balloon Sinuplasty. La tecnica, mutuata dalla chirurgia cardiaca, non è invasiva e si esegue in ambulatorio chirurgico autorizzato. Non c'è la necessità di anestesia generale. Il medico, attraverso il naso, inserisce una microscopica cannula dentro il seno paranasale infetto. In cima si trova un palloncino sottile come un capello che viene gonfiato una volta all'interno e va a riempire lo spazio del seno, facendo scorrere il muco infetto responsabile dell'ostruzione nasale. In questo modo la sinusite viene risolta eliminandone la causa principe senza bisturi. Non c'è la necessità di un lungo recupero, né di tamponi nasali. L'intervento richiede circa un'ora.

 

Bibliografia

Use of balloon sinuplasty in patients with chronic rhinosinusitis in the United States. Chaaban MR, Baillargeon JG, Baillargeon G, Resto V, Kuo YF. 2017

Approaching chronic sinusitis. Sarber KM, Dion GR, Weitzel EK, McMains KC. South Med J. 2013 

Clinical curative effect and safety of balloon sinuplasty in children with chronic rhinosinusitis. Liu J, Zhao Z, Chen Y, Xu B, Dai J, Fu Y. 2017