Obbiettivo

Scopo del lavoro riportato in bibliografia era studiare l'influenza della lunghezza dell'astinenza eiaculatoria sulla qualità del liquido seminale e sugli esiti dell'iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo.

 

Materiali e metodi

Questo studio di coorte prospettico comprendeva 818 pazienti sottoposti a analisi del liquido seminale convenzionale da ottobre 2015 a ottobre 2016, in un centro IVF affiliato all'università privata. Sono stati utilizzati modelli lineari generalizzati aggiustati per potenziali fattori di confondimento per studiare le associazioni tra lunghezza dell'astinenza eiaculatoria e parametri seminali e risultati dell'iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo.

 

risultati

L'aumento della lunghezza dell'astinenza eiaculatoria era correlata positivamente con il volume dello sperma, la concentrazione spermatica, il conteggio totale degli spermatozoi, il conteggio totale degli spermatozoi mobili e l'indice di frammentazione del DNA dello spermatozoo. Sono state osservate significative correlazioni inverse tra la lunghezza dell'astinenza e il tasso di fecondazione dell'eiaculazione, il tasso di formazione di blastocisti, il tasso di impianto e il tasso di gravidanza. Un'analisi discriminante ha mostrato una lunghezza media di astinenza eiaculatoria nel gruppo con gravidanza positiva di 3,14 ± 1,64 giorni e 4,83 ± 3,66 giorni nel gruppo con gravidanza negativa. Un punto limite è stato stabilito a metà strada tra le medie della lunghezza dell'astinenza eiaculatoria, a 4 giorni. Il gruppo ≤4 giorni di astinenza eiaculatoria mostrava un volume di sperma più basso, una concentrazione di spermatozoi, un conteggio totale degli spermatozoi e un conteggio totale degli spermatozoi mobili rispetto all'astinenza eiaculatoria> 4 giorni di gruppo. L'astinenza eiaculatoria ≤ 4 giorni di gruppo ha mostrato un indice di frammentazione del DNA spermatico più basso e tassi più elevati di fecondazione, embrioni di alta qualità al 3 ° giorno, sviluppo di blastocisti, impianto e gravidanza rispetto all'astinenza eiaculatoria> 4 giorni di gruppo. Il tasso di impianto era significativamente più alto e il tasso di gravidanza tendeva ad essere più alto con un giorno di astinenza eiaculatoria, rispetto a 2-4 giorni di astinenza eiaculatoria.

 

conclusioni

Periodi di astinenza eiaculatoria> 4 giorni hanno un effetto negativo sul DNA dello sperma e sugli esiti dell'iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo. Un giorno di astinenza eiaculatoria migliora significativamente la velocità di impianto e tende ad aumentare il tasso di gravidanza, rispetto a 2, 3 e 4 giorni di astinenza eiaculatoria.

 per approfondire:

https://doi.org/10.1111/andr.12572

 

Logo medicitalia.it