Depilato, “lui” è più sexy

Dr. Carla Maria BrunialtiData pubblicazione: 14 agosto 2014

Uno studio esplorativo made in U.S.A. indaga il gradimento di maschi e femmine alla depilazione maschile, con risultati inattesi...

Con l’estate la questione dei peli del corpo si fa più scottante. Anche per i maschi?
Ormai anche in Italia se ne vedono molti con una  depilazione total body.

 

Il corpo maschile oggi

Quando si pensa al corpo maschile, lo si considera un prodotto della “natura”, mentre quello femminile è ritenuto maggiormente modellabile dalla “cultura” intesa come ambiente sociale nel quale si vive.

E dunque ogni cambiamento che riguardi il corpo maschile attira l’attenzione di psicologi e sociologi.

Da qualche anno la depilazione non interessa più solo le donne. Uomini belli e prestanti asportano il proprio tappetino toracico per diversi motivi, primo fra tutti per esigenze atletiche.

 

Fino a pochi decenni fa la presenza dei peli in diverse parti del corpo non era un disagio, anzi per l’uomo era un segno evidente di virilità e spesso i ragazzi glabri (privi di peli) venivano presi in giro, facendo nascere problematiche simili a quelle che l’eccesso di peli provoca oggi.

Mentre per le donne la depilazione è un fenomeno mondiale, che riguarda quasi tutte a prescindere da cultura, posizione sociale e idea politica, per gli uomini è ancora un fenomeno diffuso principalmente in determinate fasce della popolazione.

Eppure oggi l'uomo "senza peli" va molto: basti pensare al mondo della pubblicità. Negli anni '70 invece era apprezzato di più il genere Neanderthal. E comunque la donna di oggi che apprezza il maschio peloso, non vuole un orsacchiotto ma un pelo rado o medio.

 

Lo studio esplorativo

Spesso i giovani uomini, i ragazzi, nelle culture occidentali si impegnano in pratiche di depilazione del corpo. Però poco è noto riguardo alle modalità con cui tali corpi depilati  vengono percepiti.

Questo studio esplorativo ha chiesto a 238 studenti universitari maschi e femmine degli Stati Uniti di visualizzare le sei immagini dello stesso corpo maschile con diverse quantità di peli sul corpo e successivamente di indicare quale corpo era sessualmente più attraente:

  • per se stessi,
  • per la maggior parte degli uomini (ipotesi sui gusti altrui),
  • per la maggior parte delle donne (ipotesi sui gusti altrui).

Sia gli uomini che le donne del campione hanno scelto come il più sessualmente attraente un corpo maschile relativamente glabro. Le risposte al questionario hanno dunque indicato che gli uomini e le donne hanno attitudini simili verso i peli del corpo maschile, ritenendoli... superflui.

Le studentesse universitarie, tuttavia, non si aspettavano che gli uomini preferissero un corpo maschile relativamente senza peli: ritenevano che gli uomini avrebbero scelto un corpo più peloso di quanto in realtà essi abbiano fatto.

Nella realtà, la maggior parte degli studenti maschi dei college U.S.A. riduce o elimina i peli del corpo, in particolare dalla zona pubica, soprattutto per motivi di attrattiva sessuale e pulizia.

Lo studio esplorativo conclude con la previsione che la depilazione del corpo maschile, oggi ancora opzionale, possa diventare un costume diffuso e prescrittivo, almeno tra gli studenti universitari degli Stati Uniti.

 

Considerazioni

Ritengo che la depilazione maschile, così come l'abbronzatura, oggi appartenga all'immaginario "fashion" maschile, probabilmente con significative correlazioni con l’età anagrafica dei soggetti.

Una riflessione sull'identità di genere, che non è “naturale, stabile e universale” come talvolta ancora si sente dire: i corpi, anche quelli maschili, sono rappresentazioni sociali flessibili e malleabili. Le decisioni di modificare il corpo parlano anche della centralità dei concetti normativi di sessualità e del funzionamento dell’identità di genere.

 

Fonte

Men's body depilation: An exploratory study of United States college students’ preferences, attitudes, and practices - Susan A. Basow, Katherine O’Neil - Body Image, Volume 11, Issue 4, September 2014, Pages 409-417

 

Autore

carlamariabrunialti
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo

Laureata in Psicologia nel 1989 presso l'Università Cattolica, in MILANO.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Trentino Alto Adige tesserino n° 70.

13 commenti

#3

Gentile dottoressa,
credo sia importante considerare anche una fondamentale differenza e cioè quella tra una pelle glabra di un uomo e una pelle depilata.
Non consideriamo il volto che può essere affascinante sia con la barba sia senza (viso rasato però, non glabro), mentre è importante fare qualche riflessione sulle altre zone, ovvero il torace e il pube.

Radere un torace con peluria estesa e molto folta non ha un effetto estetico piacevole,per cui non credo sia apprezzabile dalle donne, come anche la rasatura dei peli pubici.
L'effetto è quello della pelle di un pollo spennato, pronto per la pentola.
E' chiaro che poi i gusti personali possono essere infiniti e dipendenti da mille fantasie erotiche o no, ma non bisogna, a mio parere, dimenticare che la peluria, soprattutto nella zona pubica, rappresenta uno dei caratteri sessuali secondari che possono influenzare o stimolare l'interesse sessuale.

Ed è un aspetto che, forse sottovaluato, ha implicazioni anche in molti rapporti che poi finiscono.


#4
Dr. Carla Maria Brunialti
Dr. Carla Maria Brunialti

Gentile Dr. Migliaccio,
"non bisogna, a mio parere, dimenticare che la peluria, soprattutto nella zona pubica, rappresenta uno dei caratteri sessuali secondari che possono influenzare o stimolare l'interesse sessuale", Lei osserva. Ma occorre pensare che anche la maggior parte delle donne (almeno under 40) negli ultimi ha ha adottato la depilazione totale del corpo compresa proprio, per l'appunto, la zona pubica e perianale (complici anche gli slip a perizoma minimo), con il risultato di apparire pre-puberi (ed evidentemente attraenti per i loro partner). Per cui, per analogia, non mi meraviglia se l'uomo segue la tendenza. Ha osservato quanti ragazzi hanno, ad es., le sopracciglia depilate o sfoltite?
Quanto all'apprezzare in senso di sex appeal, ciò è proprio legato ai gusti personali, fortemente influenzati però dalla propria cultura di appartenenza, compresa l'epoca in cui ci si è formati (=età attuale del soggetto), che credo influenzi molto "le modalità con cui tali corpi - depilati, barbuti ecc. - vengono percepiti".

Quanto alla differenza terminologica tra glabri e depilati, lo studio utilizza "hairless", evidenziando l'esito..."senza peli".
Saluti cordiali.

#5

La lingua italiana è una delle lingue più ricche di vocaboli e quindi non è solo una differenza terminologica, ma anche direi anatomica.
Infatti la pelle glabra è tale per natura, mentre la pelle rasata no.
Di solito l'uomo glabro ha meno sex appeal dell'uomo con un petto moderatamente peloso, ma un petto rasato può esserlo ancora di meno.
Bisognerebbe capire se ai partecipanti allo studio sia stata posta la differenza tra "hairless" e "shaven".

Per le donne è un pò diverso perchè, tranne che nell'irsutismo, la peluria, nel resto del corpo è solo accennata (ad eccezione della discreta rappresentanza in zona pubica) e la depilazione non provoca la "pelle di pollo".

Non resta che concludere con la fatidica frase: <Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace> :-))

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche depilazione 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati