indecisa: Chemio Si Chemio no

Storie di Ragazze Fuori di Seno


carletta82
utente 
Salve,
sono nuova del blog, ho 38 anni ed il 9 giugno sono stata operata di carcinoma duttale infiltrante di 8 millimetri, me ne sono accorta con l'autopalpazione avendo un seno piccolo e la fortuna (nella sfortuna) che il nodulo fosse sul quadrante superiore esterno.
esame istologico:
pt1b pN0 (0/8) M0 (avevo eseguito PET ed altri screening prima dell'intervento) grado G2, non evidente invasione perineurale, focale invasione vascolare, margini chirurgici negativi (ci credo, mi hanno tolto 6 cm di tessuto (2+4) ed un sampling di 8 linfonodi)
Ormonoresponsivo ER=90%, PR=80% Ki67=60% (Ki67 anomalo per grado e PR), HER negativo (punteggio 0).
rientrando nei casi "grigi" per il ki67 alto hanno inviato il campione ad Oncotype, purtroppo non ho avuto esito a causa di poco materiale tumorale nel campione () .
Ora mi ritrovo nella seguente condizione:
- radioterapie (28) da fare a completamento della quadrantectomia: ok
-cura antiormonale 5 anni (blocco delle ovaie e Aromasin): ok
- chemio 4 cicli leggera (mi hanno assicurato che non cadono nemmeno i capelli): non so
in realtà le prospettive dell'oncologo secondo l'algoritmo nel mio caso sono:
-in assenza di cure, 92% di sopravvivenza a 10 anni libera da malattia
- con cura antiormonale, 94% di sopravvivenza a 10 anni libera da malattia
-con chemio e cura antiormonale, 95% di sopravvivenza a 10 anni libera da malattia
A ME LA SCELTA, visto che da protocollo loro nel mio caso non identificano la chemio che avrebbe un vantaggio dell'1% ma me la fanno se voglio abbattere questo rischio dell'1%. davvero il beneficio è così basso da escluderla? vi abbraccio tutte
#1  
     

413xxx
utente 
direi che ti hanno accolto bene, nemmeno una risposta si son degnati di darti
#2  
     

Inserisci qui sotto tua risposta

Esegui l'accesso per inserire la tua risposta