Traggo spunto da una discussione abbastanza accesa fra sostenitori dell' organicismo e sostenitori dello psicologismo nella genesi delle malattie andrologiche. A parte qualche animo surriscaldato, penso sia il caso in questa sede di trarne le opportune conclusioni e di contestualizzare l' accaduto all' interno delle conoscenze attuali.
Dati delle organizzazioni dei medici di base indicano che il 34%-48% dei pazienti con supposta patologia oragnica di un qualche genere e di un qualche organo od apparato, hanno invece una malattia così detta psicosomatica.
Dati di farmacologia indicano che la semplice suggestione indotta dal foglietto illustrativo dei farmaci quadruplicano gli effetti collaterali attesi.
Dati sui placebo indicano che paesi Scandinavi, dove la frequenza della depressione e dell' alcolismo sono fra le più elevate, l' effetto placebo del farmaco è circa doppio - triplo rispetto ai paesi latini.
A buon intenditor, poche parole.