Domanda che ci si pone da quando esiste la chirurgia.

Paracelso tuttavia (1493-1541) aveva già elencato le doti che deve possedere un uomo per essere un buon chirurgo:

1)     La coscienza ‘ a posto’

2)     Il desiderio di imparare e fare esperienza

3) Un cuore gentile ed uno spirito allegro

4) Una vita morale e sobria

5) Tenere più al proprio onore che ai guadagni economici

6) Desiderio di essere più utili ai propri pazienti che a se stesso

7) Non avere una moglie bigotta

8) Non essere un monaco in fuga

9) Non chiedere a se stesso l’impossibile

10) Non avere una barba rossa

11) Non agire senza giudizio

12) Non credere senza prima aver compreso

13) Non disprezzare la fortuna

14) Non mostrare di conoscere ciò di cui non ha esperienza

15) Non vantarsi

16) Non disprezzare alcuno

 

Se si eccettua qualche curiosità dei tempi (ho conosciuto ottimi chirurghi con barba e capelli rossi e mogli tremende…) credo si possa dire che Paracelso avesse già detto tutto.

Se posso permettermi una aggiunta frutto dell’esperienza personale aggiungerei una caratteristica: la pazienza.

 

BMJ 2011;343:d8002