Recentemente ho pubblicato il seguente articolo minforma dal titolo:

 

"il Frenulo "filetto" del pene: perché esiste e perchè si ammala"

http://www.medicitalia.it/minforma/Dermatologia-e-venereologia/966/Il-frenulo-filetto-del-pene-perche-esiste-e-perche-si-ammala

 

per fornire il personale punto di vista su questa piccola parte del nostro corpo, quasi sconosciuta dall'uomo fino alla pubertà, ma in seguito spesso un "cruccio" per molti ragazzi e per uomini adulti.

 

Spesso un frenulo breve può essere causa di diversi disturbi, ma al contrario, spesso il frenulo viene erroneamente imputato di essere l'artefice di un disturbo di tutt'altro genere.

 

Purtroppo quando capita questo, i pazienti ritengono che l'intervento chirurgico non sia evitabile; ma non è assolutamente così.

Addirittura, spesso molti pazienti pensano erroneamente che l'unica soluzione al problema sia la circoncisione!

Ricordo secondo il personale parere ed a scanso di equivoci, che in un problema di patologie correlate al frenulo di tipo infiammatorio acuto cronico o di natura anatomo-funzionale, la circonisione NON rientra nel computo dei trattamenti!

In altri casi invece, un frenulo non sottoposto a trattamento chirurgico conservativo (frenuloplastica)  potrebbe recare in soggetti predisposti, problemi clinici e funzionali in futuro.

 

In pratica, il mio miglior consiglio in caso di dubbi o segni particolari connessi con il frenulo, è quello di fa verificare al Dermatologo Venereologo se esista una patologia della cute e delle mucose annessa a questsa parte dei genitali maschili per verificare quale sia il passo migliore da compiere in piena sicurezza.