Il titolo è provocatorio.

Le tecniche di ringiovanimento sono tantissime, e vanno "tagliate su misura" per ogni paziente.

Ma è innegabile che la richiesta principale  in ambulatorio delle pazienti, spinte anche da letture su vari organi di informazione divulgativa è: "Dottore, mi consiglia Il botulino o l'acido ialuronico?".

In effetti l'azione del primo è di blocco temporaneo della attività di alcuni muscoli mimici, mentre per il secondo è di riempimento e sostegno cutaneo.Sembrerebbero sostanze agli antipodi, invece....La risposta potrebbe essere...Tutti e due!

Ovviamente dopo aver verificato quale è il problema o l'inestetismo che dobbiamo correggere. E certamente si parla di rughe , rimodellamento di profili, avvallamenti cutanei ,ma anche correzioni dei cedimenti  , innalzamento dell'arco sopraciliare, decontratturazione in sede frontoglabellare ed altro ancora.

Infatti nella mia esperienza la zona in cui si ottengono i migliori risultati con l'iniezione di t.botulinica è il terzo superiore del viso , mentre  buone performance si ottengono negli altri distretti, peribuccale , zigomatico, etc con le iniezioni di filler , a tipo acido ialuronico..

Quindi è corretto pensare ad una integrazione nel tempo delle metodiche , alle quale certamente possono affiancarsi molte altre tecniche e strategie.

Come sempre l'importante è affidarsi a medici di esperienza e farsi valutare attentamente , anche in ordine alle proprie aspettative.