Nell'ultimo numero della rivista New England Journal of Medicine (3 marzo 2011) sono stati pubblicati i risultati finali dello studio ACCORD, un grande trial clinico della durata di cinque anni, condotto in America e in Canada su più di 10.000 pazienti. Gli autori concludono che un approccio farmacologico molto aggressivo è sconsigliabile in pazienti affetti da diabete mellito tipo 2, soprattutto se ad alto rischio cardiovascolare e con lunga durata di malattia alle spalle.

Riferimento: http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1006524