Care amiche, oggi è una bella giornata di sole, finalmente! Ispirata dal canto degli uccellini, oggi vi propongo un argomento di ginecologia: il calendario mestruale o menogramma.

Il calendario mestruale è semplicemente il riscontro cartaceo del ciclo mestruale e delle anomalie, che lo riguardano. Si tratta di uno strumento fondamentale per il medico, al fine di capire meglio come girano i vostri ormoni.

Esso dà la misura di quanto le irregolarità mestruali abbiano impatto sulla vostra qualità di vita, ed aiuta il medico a decidere se e quando fare accertamenti ulteriori (ad esempio esami ormonali).

 

Vediamo insieme come si compila:

 

  • - Per essere un riscontro valido della vostra regolarità mestruale deve coprire per lo meno 4-6 mesi
  • - Potete usare un calendario classico, meglio ancora un foglio quadrettato, dove in uno schema A4 compaiono tutti i 12 mesi dell’anno (24 colonne x 31 righe, ogni mese ha due colonne, ed i giorni compaiono sulle righe leggendoli dall’alto verso il basso).
  • - Nel caso di ciclo normale, riempite tutto un quadretto corrispondente al giorno ed al mese. In caso di ciclo abbondante, riempite due quadretti sulla stessa riga. Se ci sono dei giorni di spotting, indicateli con un colore diverso e riempite un quadretto in modo proporzionale alla sua abbondanza (ad esempio solo con un pallino, od un triangolo che copre metà quadretto).
  • - Indicate a lato eventuali terapie ormonali o non ormonali assunte, ed alterazioni dello stato di salute generale (ad esempio stress per un esame, influenza).

 

Portatelo al medico in occasione della visita, sarà più semplice dare un parere preciso, in relazione al quesito riguardante il ciclo.