Ho sempre amato i libri.

Ero piccolissima, non sapevo ancora leggere e amavo i libri, attraverso le immagini, le parole stampate che ancora non comprendevo, attraverso la voce di mia madre che tutti i giorni, anche dietro mie insistenti richieste,leggeva per me, ogni pomeriggio e la sera prima di addormentarmi,

I libri, con le loro figure, le parole scritte sulle pagine che profumano di carta, di stampa, mi hanno sempre fatto compagnia, mi hanno fatto sognare, divertire, piangere, viaggiare, esplorare e mi hanno insegnato sempre qualche cosa.

Il mio sogno di bambina era quello di possedere una immensa biblioteca piena di libri da poter leggere, ri-leggere, toccare, sfogliare e “annusare”… ogni giorno.

Con questa smisurata passione per la lettura dei libri, non potevo quindi fare a meno di comunicarvi questa recente notizia, risultato di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “Social Science & Medicine” da alcuni ricercatori dell’Università di Yale:

Leggere libri allunga la vita”.

 

leggere

 

Lo studio effettuato su 3.635 persone di età superiore ai 50 anni, ha esaminato tre gruppi di persone: quelle che non leggono libri, quelle che leggono almeno tre ore e mezza a settimana, e quelle che leggono più di tre ore e mezza a settimana.

I ricercatori hanno osservato che i lettori di libri tendevano ad essere più frequentemente di sesso femminile, laureati e di fascie di reddito più elevate, sono state esaminate anche altre caratteristiche come la razza, lo stato di salute, eventuali problemi di depressione, il tipo di lavoro, lo stato civile.

Rispetto ai non lettori, il gruppo di persone che leggono per un massimo di tre ore e mezza a settimana avevano il 17% di probabilita in meno di morire nel corso di 12 anni di follow-up, e i lettori più accaniti, cioè quelli che leggono per più di tre ore e mezza a settimana avevano il 23% di probabilità in meno di morire.

I lettori di libri hanno vissuto in media due anni in più rispetto alle persone che non leggono.

Da questo studio è emerso che anche chi legge giornali e periodici vive più a lungo, ma meno rispetto ai lettori di libri.

Leggere e appassionarsi alla lettura, soprattutto di libri, è quindi un’ottima e piacevole abitudine che fa bene alla mente, al cuore e…allunga anche la vita!

Da accanita e appassionata lettrice, come medico, come ginecologa, consiglio sempre la lettura di un buon libro alle mie pazienti.

Da questo studio recente è emerso che la lettura potrebbe farci vivere più a lungo, ma esistono diversi altri studi in letteratura scientifica, che hanno messo in evidenza vari effetti benefici della lettura sulla nostra salute.

E' stato dimostrato una vero e proprio effetto terapeutico della lettura e in clinica esiste una “biblioterapia” o “libroterapia” che si avvale dell’uso della lettura dei libri come cura e terapia.

I lettori abituali per esempio, sono in grado di comprendere più facilmente gli altri esseri umani ed essere più empatici. Cominciando a leggere con piacere libri da piccoli, si diventa più intelligenti. La lettura di libri aiuta a combattere lo stress, fa diventare più coraggiosi, migliora la memoria, la capacità di concentrazione, potenzia le funzioni cerebrali, arricchisce il nostro vocabolario, le nostre conoscenze e molto altro ancora.

Alle ragazze più giovani, alle mamme, alle nonne, il mio consiglio è questo: uscite insieme ai vostri amici e amiche, compagni, mariti, figli e figlie e andate (a piedi, così fate anche un po’ di sano movimento: -)) in libreria a scegliervi un bel libro da portare (e leggere) a casa.

Un libro è davvero un buon amico, una fonte di sapere, di salute e di longevità!

Fonte:

A chapter a day: Association of book reading with longevity.

Bavishi A, Slade MD, Levy BR.

Soc Sci Med. 2016 Sep;164:44-8. doi: 10.1016/j.socscimed.2016.07.014. Epub 2016 Jul 18.

 http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0277953616303689

 

«Leggere è come pensare, come pregare, come parlare con un amico, come esporre le tue idee, come ascoltare le idee degli altri, come ascoltare musica sì, sì come contemplare un paesaggio, come uscire a fare una passeggiata sulla spiaggia.»

Roberto Bolaño

« I libri sono l’alimento della giovinezza e la gioia della vecchiaia.» 

Marco Tullio Cicerone

«Il più grande dono è una passione per la lettura. È economica, consola, distrae, entusiasma, fornisce la conoscenza del mondo e un’esperienza di vasto genere. È una luce morale.»

Elizabeth Hardwick

«Ogni libro è un capitale che silenziosamente ci dorme accanto, ma che produce interessi incalcolabili.»

Johann Wolfgang Goethe

“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro”

Umberto Eco

“Chi accumula libri accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni”

Ugo Ojetti

Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca”

Proverbio arabo

“Un bambino che legge sarà un adulto che pensa”

Anonimo

“I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale.”

Amos Oz

“Un libro ben scelto ti salva da qualsiasi cosa, persino da te stesso.”

Daniel Pennac

“Quando mi sento male, non vado in farmacia, ma nella mia libreria.”

Philippe Dijan

“All’infuori del cane, il libro è il migliore amico dell’uomo.”

Groucho Marx

“Leggere è un cibo per la mente e tutto ciò che ha che fare con il cibo deve per forza essere buono”

Snoopy

“Si può essere colti sia avendo letto dieci libri che dieci volte lo stesso libro. Dovrebbero preoccuparsi solo coloro che di libri non ne leggono mai.”

Umberto Eco

“Medicina per l’anima”

Iscrizione sopra la porta della Biblioteca di Tebe

“Anche se non leggete, state vicino a chi lo fa. Che al contrario del fumo, la lettura passiva fa benissimo”

Nicola Brunialti, Twitter