Molti bambini tra i 7 e i 13 anni soffrono di dolore ai talloni (“tallonite “). In questi casi spesso viene posta la diagnosi di osteocondrite dell’ apofisi posteriore del calcagno o malattia di Sever Blanke .

Attenzione! diversi studi hanno dimostrato che i “ classici “ segni radiografici nell'apofisite calcaneale (“malattia di Sever Blanke”) e che comprendono l'aumento della sclerosi e la frammentazione della tuberosità posteriore del calcagno non sono così specifici in quanto si possono osservare anche in piedi asintomatici (Relationship Between Sever Disease and Skeletal Maturity.Duong MM, Nicholson AD, Li SQ, Gilmore A, Cooperman DR, Liu RW.J Pediatr Orthop. 2018 Feb 6) (Is radiographic evaluation necessary in children with a clinical diagnosis of calcaneal apophysitis?. Rachel JN, Williams JB, Sawyer JR, Warner WC, Kelly DM).J Pediatr Orthop. 2011 Jul-Aug;31(5):548-50).

Per cui, in caso di tallodinia siamo sempre più convinti che la diagnosi di questa condizione patologica debba essere fatta soprattutto sulla scorta dell’esame obiettivo (dolore in regione calcaneare che si accentua sotto carico) e dell’anamnestica eccessiva sollecitazione funzionale (la malattia è più frequente nei ragazzi che praticano sport o comunque sovrappeso e con un età compresa tra i 7 e i 13 anni).

Ricordiamo inoltre che la malattia di Sever Blanke, come generalmente tutte le ostocondriti dei bambini, è autolimitante e risponde bene al riposo funzionale e alla modifica dell’attività sportiva e perfino alla scelta di una calzatura più appropriata con talloniere morbide; utili gli esercizi di stretching dei muscoli del polpaccio. Efficaci anche la crioterapia, il paracetamolo e i FANS, sempre previo consulto specialistico che confermi la diagnosi!! Infatti, se non riconosciuta e adeguatamente trattata “ pur guarendo “ può comunque lasciare degli esiti!