Il termine per l’iscrizione alle scuole superiori o (secondaria di 2° grado) per l’anno scolastico 2001/2012 scade il giorno 12 febbraio.

Restano pochi giorni di tempo ai ragazzi dunque per fare le ultime riflessioni e consegnare la scheda di iscrizione alla propria scuola.

Anche se cambiare è sempre possibile, per i genitori  fare un ultimo bilancio insieme al ragazzo non guasterebbe.

Sarebbe quindi utile domandarsi: è stata fatta una scelta consapevole? Sono stati bene ponderati i vari elementi in gioco?

Ha avuto peso la vicinanza della scuola? La scelta di un amico? Le nostre aspirazioni come genitori? Ha scelto in modo completamente autonomo?

Sono state approfonditi questi ambiti?

• i fattori personali: - capacità, interessi, attitudini, aspirazioni, motivazione allo studio, materie preferite a scuola, punti di forza e debolezza, aspirazione al proseguimento o meno degli studi dopo le superiori.

• i percorsi formativi - valutazione critica dei percorsi - materie - monte ore - impegno a casa.

• il contesto socio-economico - titoli di studio più richiesti dal mercato, statistiche occupazionali

E’ importante fare in modo che il confronto con i genitori non venga però percepito dal ragazzo come un interrogatorio. A padri e madri è dunque suggerito di mantenere una posizione equilibrata di ascolto e guida nella scelta, cercando di distinguere fra i desideri del figlio e i propri.

Ulteriori approfondimenti qui : http://www.psicologia-benessere.it/Psicologiascuola/tabid/58/Default.aspx



Ecco uno sguardo veloce sui principali percorsi dopo la riforma Gelmini

E’ stato abbassato l’obbligo scolastico a 15 anni, anziché ai 16 come prima, ed è data l’opportunità di svolgere uno stage in azienda nel secondo biennio come parte integrante del percorso di studio.

Il primo biennio dovrà essere similare nei vari indirizzi con materie comuni volte a facilitare l’eventuale transito da un percorso all’altro.

Il quadro orario vedrà la flessibilità del 20% nel primo biennio e nell’ultimo anno, mentre sarà del 30% nel secondo biennio con l’opportunità di diminuire o aumentare il monte ore delle materie e inserirne di diverse previste in un apposito elenco.

I percorsi

Articolati in un primo biennio, un secondo biennio e un quinto anno con esame di Stato e la possibilità di accedere all’Università.

Licei

Due nuovi licei

1) Musicale e coreutico con 40 sezioni musicali e 10 coreutiche anche in convenzione con i conservatori e le accademie di danza

2) Scienze umane, in sostituzione di quello socio psicopedagogico, il cui piano didattico si basa sullo studio delle scienze umane

Licei tradizionali

Nel liceo classico è introdotta la lingua straniera per l’intero percorso di studio e viene incrementata l’area scientifica e matematica

Il liceo scientifico dà ora maggior importanza alle materie matematiche e scientifiche e l’opzione scienze applicate.

Tre lingue straniere invece nel piano di studi del liceo linguistico con insegnamento in lingua estera di storia o biologia al 3° e 4° anno

Il liceo artistico è suddiviso in sei indirizzi: Arti figurative - Architettura e ambiente - Design, Audiovisivo e multimediale – Grafica - Scenografi

Istituti tecnici ripartiti in due settori:

1) Economico diviso in due indirizzi: Amministrativo, finanza e marketing -Turismo

2) Tecnologico segmentato in nove indirizzi Meccanica, meccatronica ed energia - Trasporti e logistica - Elettronica ed elettrotecnica - Informatica e telecomunicazioni - Grafica e comunicazione - Chimica, materiali e biotecnologia -Sistema moda - Agraria, agroalimentare e agroindustria - Costruzioni, ambiente e territorio

Istituti professionali ripartiti in due settori:

1) Servizi con quattro indirizzi: Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale - Servizi socio-sanitari -Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera - Servizi commerciali

2) Artigianato con due indirizzi: Produzioni industriali e artigianali - Manutenzione e assistenza tecnica

informazioni più specifiche sul sito hhtp://www.istruzione.it/web/nub