Un designer olandese Christian Boer ha inventato un carattere che permette ai dislessici di leggere più facilmente, senza che le lettere si mischino una con l'altra

Progettato per rendere la lettura più chiara e più piacevole per i dislessici, il font “Dyslexie” utilizza linee pesanti, alternando altezze diverse e inclinazioni semi-corsive, in modo che ogni lettera abbia una forma unica e più facilmente riconoscibile.

Il carattere “Dyslexie” di Boer è stato scelto per far parte della Biennale del Design di Istanbul, ma fu originariamente proposto come parte della sua tesi all’Accademia delle Arti di Utrecht (Paesi Bassi) nel 2008. Recentemente Boer ha reso disponibile il download gratuito del font per fini non commerciali. Una volta installato, i dislessici possono utilizzare il font per scrivere, stampare documenti, leggere e-mail o navigare online.

Alcuni studi indipendenti, condotti dalle Università di Twente e Amsterdam, sostengono la tesi di Boer: “Dyslexie” può aiutare bambini e adulti dislessici a leggere più velocemente e facendo meno errori. Dal momento in cui è stato possibile per gli utenti accedere al font gratuitamente, nel giugno scorso, oltre 12mila persone lo hanno scaricato.

Boer evidenzia che “Dyslexie” viene usato anche all’interno di aziende come Shell, KLM, Citibank, Pixar, Nintendo, Talpa, così come in vari enti governativi, molte università e altre istituzioni.

Il sito di “Dyslexie” include anche un elenco di libri ed e-book disponibili con questo font.

“Dyslexie” non è l’unico carattere progettato per i dislessici: OpenDyslexic, introdotto nel 2011, è un font open-source che è disponibile per il download gratuito.

 

 

FONTE:

http://www.theguardian.com/artanddesign/architecture-design-blog/2014/nov/12/dyslexie-new-font-that-makes-reading-easier-with-dyslexia