Utente 530XXX
gentilissimi dottori vi prego infinitamente di dare una risposta al seguente dubbio che ormai mi assilla da anni:
Sono un uomo di 40 anni, circa 6 anni fa mi sveglio una mattina con grande malessere profonda stanchezza, angoscia, prostrazione, incapacità di reagire. A questi sintomi si accompagnavano febbre non superiore a 37,5 gradi, che di sera spariva colore della lingua marcatamente verdastro-marrone.Gli unici esami a cui sono risultato positivo sono stati quelli della prova tampone per lo staffilococco aureo che tutt'ora a distanza di anni ancora ne sono portatore.La diagnosi del mio medico di base è sindrome depressivo ansiosa.
pur essendo passati vari anni,e aver iniziato subito a fare le relative cure, tutt'oggi dopo essere stato un po meglio un periodo, mi risento di nuovo male questa volta però senza febbre(nel frattempo però avevo sospeso le cure).
Ho convinto il mio medico a prescrivermi le analisi per la mononucleosi, alla quale sono risultato positivo, o meglio ho sviluppato gli anticorpi per averla avuta in passato, mentre attualmente il monotest è negativo.La domanda è la seguente: è possibile che 6 anni fa i suddetti sintomi erano riconducibili a questo virus(o allo staffilococco)e quindi non aver intrapreso un percorso terapeutico adeguato(per la mononucleosi) abbia lasciato in me uno strascico(astenia,cattivo umore, ansia)o meglio una complicazione della malattia che viene scambiata per depressione? d'altra parte che cosa centravano la febbre e la lingua da marziano(!!!) cion la depressione? Che strada mi consigliate di prendere?
Ancora grazie per la risposta a tutto lo staff.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

Per la monucleosi la fase acuta dura circa due settimane, ma la completa regressione dipende da persona a persona.
Ci vuole un certo tempo, a volte anche molti mesi perché la malattia non dia più alcun disturbo.

Considerando che la malattia risale a 6 anni fa, escludo che i suoi disturbi possano dipendere dalla passata mononucleosi.
Peraltro, per questa malattia non vi sono cure specifiche, quindi non deve porsi il dubbio di non essersi curato adeguatamente.

Cordiali saluti.