Utente 127XXX
Salve,
scrivo per richiedere un consulto su una questione aperta da lunghissimo tempo.
premetto che nel periodo compreso tra i 6 e gli 8 anni ho sofferto di ripetute tonsilliti, risoltesi poi in una vita immunitariamente normale fino ai 17 anni.
A 17 anni (1991) ho cominciato a soffrire nuovamente di tonsilliti (sedici in un anno), finchè nel 1992 sono stato operato (tonsillectomia). Nel frattempo, tramite accertamenti medici ho scoperto che il mio rapporto tra i linfociti CD4 e CD8 era alterato (sovente minore di uno e comunque mai più di 1,5). Nello stesso periodo, tramite i test virologici più comuni mi sono state trovati gli anticorpi della memoria sia per il citomegalovirus che per l'EBV. tale situazione perdura da 17 anni. Per cronaca ovviamente chiarisco che non sono mai stato infettato ne da hiv ne da epatiti B o C.
la tonsillectomia mi ha portato sollievo e l'interruzione degli stati febbrili, ma tre anni dopo (nel 1995) ho avuto l'esordio di una "strana" forma di colite ulcerosa, che mi ha comportato due sole recidive emorragiche nel corso degli anni (2001 e 2008), anche se il senso di disagio intestinale è continuo.
Sempre a seguire rispetto alla tonsillectomia, si è generato uno stato di rigonfiamento lieve ma continuo dei linfonodi prospicienti il cavo orale ed una aumentata sensibilità dei colpi di vento. Nelle giornate particolarmente ventose possono insorgere rigonfiamenti e infiammazioni del cavo orale che persistono una settimana o più alterando la voce e peggiorando sensibilmente la deglutizione. Al tempo stesso però, non mi potrei definire immunodepresso nel senso che i miei episodi influenzali/febbrili accadono ogni tre-quattro anni e senza complicazioni. Al tempo stesso ho frequente senso di spossatezza, una proteina c reattiva piuttosto alta, e i linfonodi boccali sempre un po' gonfi.
Ho lasciato trascorrere gli anni e il rapporto cd4/cd8 non è mai migliorato.
Cosa potrei fare per investigare più a fondo? a chi mi potrei affidare?

P.S. per completezza: ho avuto la varicella nel 2006, senza complicazioni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Ogni investigazione deve partire da un problema clinico, in atto o in via di sviluppo.

Qui:

- in atto non c'e' niente perche' lei non ha infezioni in corso e a parte una certa delicatezza di gola sta bene;

- in via di sviluppo non c'e' niente perche' il rapporto CD4/CD8 fluttua attorno a un valor medio basso, ma non mostra una tendenza peggiorativa;

pertanto di concreto rimane solo un numero relativo(i numeri assoluti come sono?) collocato statisticamente ai livelli inferiori della norma, che non prelude a niente ma e' solo una caratteristica individuale.