Utente 120XXX
salve, sono una ragazza di 19 anni . praticando nuoto ho ssubito una botta forte al polso dx con discreto dolore. dopo due settimane in cui non mi ha dato più problemi ho cominciato ad avvertire un dolore acuto in corrispondenza del carpo del pollice. per spiegarmi meglio, è localizzato sul lato esterno del polso..sul lato proprio.
il medico di base mi ha fatto fare dei raggi dai quali non è risultata alcuna frattura, ma una "calcificazione articolare sul versante esterno del polso dx". tornata dal medico di base mi ha dato semplicemente da usare una pomata a base di ketoprofene e impacchi di argilla. ah, dimenticavo: in attesa dei raggi ho fatto una cura (sempre su suggerimento medico) con nimesulide...ma senza risultati se non l'aver evidenziato un gonfiore nel punto doloroso.
ad ogni modo, ieri sera ho fatto il primo impacco e stamattina mi sono svegliata con un dolore ancora più acuto ed esteso alla barte inferiore del pollice, al punto da non riuscire a fare nessun movimento con polso e mano, con ulteriore rigonfiamento a tutta la zona esterna del polso...
ora sinceramente non so più cosa pensare! non riesco a contattare il mio medico e non sono del tutto convinta che pomata e argilla siano la cosa più adeguata...
voi cosa ne pensate??

grazie in ogni caso per l'attenzione!
[#2] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività +40
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Per prima cosa Le ricordo, se non l'avesse letto sul foglietto accluso alla crema a base di ketoprofene che "L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Per evitare eventuali fenomeni di ipersensibilità o di fotosensibilizzazione evitare l' esposizione alla luce solare diretta, compreso il solarium, durante il trattamento e nelle due settimane successive"
Detto questo Le consiglio una visita specialistica ortopedica per valutare direttamente il Suo problema ad esempio presso l'Ortopedia dell'ospedale di Treviso Ambulatorio Specialistico c/o poliambulatorio Ortopedia e traumatologia: tel. 0422332449 ( Segreteria, prenotazione ) http://www.ulss.tv.it/azienda/strutture/ospedali/treviso/unita-operative/Ortopedia.html;jsessionid=72A32B3B2E687F88BD109D31578AC154 . Nell'attesa legga questo articolo nel nostro sito che potrebbe essere utile http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=44154
Ci tenga aggiornati
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Grazie x l'indicazione della pagina, leggendola a posteriori ho riconosciuto molte corrispondenze che prima avevo trascurato, in quanto il mio medico era indirizzato verso un problema osseo... infatti oggi stesso su Suo suggerimento mi sono recata al pronto soccorso di tv, dove una visita ortopedica ha diagnosticato il morbo di De Quervain, descritto al link che mi Ha suggerito!

Ora mi ha sottoposta ad una cura a base di Tauxib e tutore al polso/pollice...

E secondo l'ortopedico addirittura la comparsa di questa malattia ha avuto origine da un taglio che mi sono fatta sul polso da bambina: mi è rimasta la cicatrice, se nn'è accorto per questo, che a suo parere ha provocato una calcificazione interna che a lungo andare ha infiammato i tendini...

Grazie veramente x i suggerimenti, ora spero di aver risolto il problema, anche se l'ortopedico non ha voluto escludere un futuro intervento chirurgico...

In ogni caso volevo complimentarmi, eseguire una diagnosi (anche se camuffata da suggerimento ;) ) azzeccatissima senza incontrarsi...

E sicuramente fate un grande favore a molte persone!
Complimenti!