Utente 591XXX
Buon pomeriggio. Vorrei domandarvi: quando ci si procuri una piccola ferita, ad esempio di 4 mm X 4 mm su una mano o su un piede, la quale comporti il sollevamento di un piccolo e sottile lembo di pelle che rimanga però attaccato al resto della pelle attraverso uno dei margini, quindi non staccato del tutto dalla pelle, la procedura più corretta per medicare questa ferita (dopo il lavaggio/disinfezione con acqua ossigenata e prima dell'applicazione del cerotto) è lasciare attaccato quel pezzetto di pelle sperando che si reintegri nella pelle circostante, oppure è preferibile tagliarlo del tutto con le forbicette ed asportarlo dalla pelle lasciando quindi un buchetto sanguinante e dolente? Qual è fra le due la soluzione migliore sia ai in termini di miglior guarigione cioè di minori rischi di infezione, che soprattutto in termini dermatologici di "bellezza estetica" della cicatrice sulla pelle a distanza di tanto tempo? Grazie dottori.
Santo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

direi che se l'aspetto del lembo è vitale il lembo va conservato. in linea di massima comunque converrebbe risparmiarlo comunque.

certo le dimensioni che lei indica sono particolarmente esigue.

direi che la cosa migliore sarebbe quella di far valutare ad un medico la ferita che lei ha descritto.

la mia è una valutazione a distanza con grossi limiti.

mi tenga informato

cordiali saluti