Utente 402XXX
Buongiorno.
Sono un 39enne in ottima salute generale.
Da un paio d'anni mi sono accorto di una tumefazione parzialmente mobile sotto la cute, nella regione costale.
Attualmente ha dimensioni di circa cm 4x4 è spessa circa 1,5 cm. Da tempo non sembra crescere affatto. Non dà alcun tipo di fastidio e anche esteticamente non si nota data la localizzazione.
Mia moglie che è medico anatomo-patologo ritiene si tratti di un banale lipoma e pur essendo sostanzialmente certa della benignità (per quanto possibile da esame puramente clinico), tuttavia da buon patologo mi spinge a farmelo asportare per avere la certezza istologica.
Chiederei:
1) Anzitutto se secondo voi ha senso intervenire o (come io spero) basta tenerlo sotto controllo, avendo anche la fortuna di un medico in casa...
2) In secondo luogo essendo piuttosto ansioso mi interessa conoscere i dettagli tecnici dell'intervento. Quale tipo di anestesia, data la dimensione e la localizzazione? Day-hospital o ricovero? Che tipo di incisione? Quali cicatrici?
Ringrazio e spero di non aver sottratto spazio a richieste ben più serie.
L.A.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Molte cose relative alle tecniche chirurgiche dipendono dal tipo di neoformazione e dalla sua localizzazione, ma in linea di massima sono interventi cosiddetti di "piccola chirurgia" che possono essere effettuati in regime di Day-Hospital con incisioni minime e post-operatorio piuttosto agevole. Ovviamente si rivolga ugualmente ad una struttura ospedaliera qualificata, perche' anche se "piccolo" e' pur sempre un intervento chirurgico. Di norma il pezzo verra' poi inviato all'Istologo per le opportune verifiche, come correttamente suggerito da sua moglie.
Cordiali saluti