Utente 103XXX
salve egregi dottori, vi chiedo delucidazioni in base all'inserimento delle protesi peniene...è possibile in un eventuale intervento di protesi peniena idraulica bi o tricomponente, allungare il pene di qualche cm?
solitamente c'è una perdita di dimensioni, gia non sono soddisfatto elle mie attuali dimensioni..una eventuale perdita non la accetterei..
ho letto di intreventi del prof austoni che fa incisioni nell'albuginea inserendo materiale tipo gorotex e poi la protesi e ho visto le foto ottiene degli ingrossamenti notevoli
per l'allungamento vedo che inserisce cartilagine tra glande e corpi cavernosi...
poterste spiegarmi se son realmente realizzabili questi incrementi?
e quanto durano le protesi mediamente...
vorrei incrementare le misure del pene di circa 5 cm di lunghezza e 1 cm di larghezza
o comunque il piu possibile...
grazie a chi interverra

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

non ritengo realistica la sia aspettativa di aumento di lunghezza del pene di 5 cm con le tecniche oggi esistenti.
Se lei ha una indicazione a protesi peniena ed un pene di dimensioni ridotte, esistono in effetti tecniche chirurgiche di inserimento di protesi che possono permettere un aumento di 1-2 cm massimo, a mio giudizio.
Modernamente non si usa più il gore-tex con protesi idrauliche.
La vita MEDIA (quindi con possibilità in più ed in meno) di una protesi è di circa 10 anni.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 10342,

Le tecniche descritte dal Prof. Austoni sono molto "personali" ed assolutamente non validate dalla medicina ufficiale, ed oggetto di commenti anche critici da parte di specialisti della chirurgia del pene.
Personalmente ho potuto vedere casi con risultati assolutamente sgradevoli ed indesiderati.
L'impianto di protesi peniene ha senso in casi di Indutratio Penis Plastica o di Deficit Erettile non rispondente in maniera adeguata alle varie terapie farmacologiche.
ASSOLUTAMENTE !!!! non pensare di farsi operare con protesi peniene per motivo di aumentare le dimensioni del pene.
Le delusioni potrebbero essere enormi
Cari saluti
[#3] dopo  


dal 2008
grazie epr gli interventi, io sto dicendo che se devo affrontare l'intervento ne aprofitterei per aumentare le dimensioni, visto che di queste non son assolutamente soddisfatto e che un ulteriore diminuzione non la accetterei...
nel sito del prof austoni ci son le immagini di questi interventi e e ci sono ingrossamenti enormi della circonferenza e anche di 5 cm di lunghezza... e i risultati mi sembrano esteticamnete buoni...ho visto di peggio con normali protesi senza allungamento, tipo glande deformato che punta in giu....
l'intervento che spiega il prof, si chiama incisioni multiple asimmetriche dell'albuginea...insomma per cio che ho capito si fa in modo di espandere l'albuginea cosi la protesi dentro al pene si puo espandere di piu...
quindi non c'è nessun altro che puo effettuare questi interventi?
grazie a tutti
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

con le fotografie le faccio vedere anche un uomo con due peni o con un pene di elefante.
E' come in un negozio...in vetrina si mettono vestiti che, indossati dai manichini, sembrano perfetti....poi si deve vedere quando sono indossati da una persona in carne ed ossa.
Mi creda, i miei dubbi e perplessità non sono basate sul nulla.
Ci pensi bene
cari sauti
[#5] dopo  


dal 2008
capisco la sua opinione egregio prof pozza...so che lei è molto esperto nel campo protesico e quindi il suo scietticismo è semzaltro motivato...ma capisca anche che li ha iproblemi e vede una speranza..anche s enon si torna come una volta...almeno si puo tentare un recuperodella vita ormai perduta...e sinceramente il prof austoni...ha credenziali che lo rendono tuttaltro che un ciarlatano...insomma è un professore di fama consolidata...anche fra gli andrologi c'è molto rispetto per lui..capisce che cio che dite qui crea notevole confusione nei pazienti...
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
mi sembra assurdo e paradossale solo l'ipotesi di accostare il termine di "ciarlatano" ad una figura Professionale di eccellente capacità tecnica, scientifica ed umana quale quella del Prof. Austoni.
L'esperienza da lui maturata negli anni, comprovata e comprovabile per l'attività svolta in Strutture Pubbliche di Eccellenza, ne fanno uno dei più esperti ed attendibili Chirurghi Andrologi.
Io credo che Lei potrebbe avere degne risposte alle Sue domande consultandolo.
Auguri affettuosi.
Prof. Giovanni MARTINO
[#7] dopo  


dal 2008
grazie prof. martino! ma lei capira'..il prof. pozza dice il contrario..siete tutti professionisti credibilissimi! mettetevi daccordo santo cielo! ci si puo o no sottoporre in tranquillita' e con i risultati aspettati a questi interventi?