Utente 703XXX
La mia mansione lavorativa mi porta a dovere sollevare ripetutamente nell'arco di 8 ore (anche notturne) carichi medio-pesanti (15 kg). Per problemi di salute di Tvp pregressa in entrambi gli arti inferiori, faccio molta fatica e spesse volte mi capita di avere le gambe ed i piedi particolarmente doloranti. L'angiologo mi ha prescritto in entrambe le gambe l'utilizzo dei collant elastici, preventivando un successivo intervento chirurgico di safenectomia. Per chi soffre di queste problematiche è pericoloso svolgere un simile carico di lavoro, oppure è ininfluente? Dopo che mi sarò sottoposta all'intervento, potrò continuare questo tipo di lavoro, o sarebbe sconsigliabile? Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

lei parla di tvp (trombosi venosa profonda) senza menzionare le cause di questa patologia.

riferisce inoltre del consiglio del suo angiologo sull'uso dei collant elastici per il contenimento e di una indicazione alla safenectomia.

per quanto riguarda la patologia vascolare in generale essendo tutti sottoposti alle legge di gravità la patologia che lei riferisce tende ad aggravarsi con la stazione eretta ma anche con il sollevamento di pesi proprio in relazione alla contrazione del torchio addominale che determina inevitabilmente un aumento delle pressioni nel sistema venoso profondo.

quindi in realtà anche se non mi è del tutto chiaro, i sintomi non vengono riferiti, ne lo stato locale degli arti, certamente anche in relazione al mezzo che stiamo utilizzando (computer-internet), il quadro clinico.

questo tipo di lavoro sarebbe meglio evitarlo.

per ulteriori notizie in merito le consiglio di rivolgersi al suo medico curante o allo specialista vascolare il quale in relazione alla visita ed agli accertamenti potrà certamente avere un parere più attendibile.

mi tenga informato

cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Se ha la possibilità di un lavoro meno pesante,sarebbe meglio.Altrimenti può continuare con l'attuale fino a quando il suo medico curante non la consiglierà diversamente.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Purtroppo in una gamba sono affetta da pregressa tvp femoro poplitea con varici compensatorie arto inferiore che presenta in parte esiti tromboflebite,e l'altra gamba varici da insufficenza della safena interna (reflusso iniziale)con ramo posteriore collaterale.
purtroppo ulimamente durante le ore lavorative le gambe e i piedi sono particolarmente doloranti.
Le cause non saprei,i test erano nella norma ,riproverò a rifarli.
grazie
[#4] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
rimango in attesa dei test
apresto
[#5] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Gli unici valori non corrispondenti alla media sono: omocisteina (valore di riferimento inferiore a 12)mi è
stato riscontrata 14.4.
inoltre nel esame delle urine il peso sopecifico rilevato e di 1.026 contro 1.005-1.021
Grazie
[#6] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

in un soggetto con una storia patologica che descrive, il consiglio sarebbe oltre quello di usare i presidi già consigliati, un'attenta valutazione dei successivi trattamenti. per quanto riguarda l'attività lavorativa potrebbe essere proposto un cambio di mansione.

cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Prof Marco la ringrazio del consiglio.
distinti saluti.
[#8] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Essendomi stato riscontrato un livello di Omocisteina un pò più alto rispetto ai valori di riferimento: 14.4, il medico di base mi ha prescritto il Calcio folinato in compresse da 15 Mg. Ha detto che dovrò assumerlo per diversi mesi. Quale tipo di sport potrei esercitare per tenermi in movimento, considerando che ho problemi alla circolazione delle gambe (a seguito di esiti di Tvp) e sul lavoro già a metà turno le sento particolarmente stanche e pesanti? Grazie
[#9] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,
la piscina, in tutte le possibili attività, mi riferisco non solo al nuoto ma anche gli esercizi ginnici però eeguiti in acqua possono essere quelli meno "compromettenti" per la sa situazione, sempre con le dovute premesse relative al fatto che noi non possiamo sottoporre il soggetto a visita clinica etc etc.

cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per i suggerimenti
ne farò certamente buon uso
cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, desideravo sapere se un intervento di safenectomia con laser e una asportazione chirurgica (senza l'impiego del laser) offre le stesse garanzie? Quali sono le differenze? Grazie
[#12] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Entrambe le tecniche possono dare dei buoni risultati se l'indicazione è giusta.Ad esempio se si tratta di una varice enorme,il collabimento con tecnica endovasale(laser),potrebbe non essere efficace e quindi meglio optare per la chirurgia classica.In caso contrario e facendo precedere l'intervvento,sempre,da una buona mappa con ecocolordoppler,si può adottare il laser in combinazione con microincisioni per l'asportazione progressiva di piccoli tratti di safena e legature mirate di vene perforanti insufficienti(tecnica di Muller).Però attenzione a non trattare varici secondarie a TVP,se non è confermata la ripresa della pervietà del circolo profondo.
Saluti
[#13] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

scusi il ritardo ma non posso che confermare l'opinione del collega, quello che velatamente consigliava il collega era un'attenza valutazione preoperaoria strumentale e clinica.

cordiali saluti e ci tenga informati
[#14] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, la gamba in cui ho avuto una trombosi venosa profonda anni fa, ho notato in questi giorni che dalla caviglia in su è molto più gonfia dell'altra. E' normale o devo preoccuparmi? Mi è stato consigliato dal chirurgo di non sottopormi al momento ad una safenectomia all'altra gamba (già interessata da varici da insufficienza della safena interna). Operandomi mi è stato detto che si potrebbe formare un trombo nell'altra gamba. Ho voluto sentire anche un secondo chirurgo e la sua tesi invece è stata l'opposto della precedente. Lui sarebbe disposto a fare l'operazione. Quale è il vostro parere a riguardo? Grazie
[#15] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

devo ricordarle che una valutazione a distanza ha i suoi limiti.

in questa situazione poi rappresenterebbe una sorta di peso che potrebbe dare supporto ad una o all'altra possibilità terapeutica.

in linea di massima accerterei se è presente una possibile problematica sull'arto dove lei riferisce un gonfiore al malleolo (possibile tvp) se presente curerei questo arto. dilazionando il trattamento dell'altro arto una vola risolta l'altra problematica.

ci continui a tenere informati

cordiali saluti ed auguri
[#16] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Condivido in pieno il parere di Catani.La banalità della mia risposta è esclusivamente dettata dalla volontà di dimostrarle che comunque continuo a seguire il suo caso.
La saluto
[#17] dopo  
Utente 703XXX

Iscritto dal 2008
Mi e stato riferito dall'angiologo che per le persone che hanno avuto problemi legati alla tvp, non esiste una cura farmacologica efficace per evitare con sicurezza che si riformi una recidiva. Mi ha consigliato di camminare molto, praticare nuoto o esercizi ginnici in acqua e di non aumentare di peso, continuando ad indossare le calze elastiche. Desideravo chiedervi se veramente non esistono in commercio farmaci che possono tutelarmi da un'eventuale ricaduta? Attualmente assumo l'Ascriptim ed il Prisma, ma mi ha detto che possono anche essere eliminati. Mi piacerebbe ricevere anche il vostro parere a riguardo. Grazie
[#18] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Condivido i consigli del collega,ma personalmente ritengo che assumere anche farmaci che mantengono una certa fluidità del sangue,non sia sbagliato.
Saluti