Utente 847XXX
Salve dottori, vi scrivo per un problema che ho sempre avuto, o meglio, che mi ricordo avere da sempre: Una macchia a forma di goccia di colore rosso, evidente soprattutto quando il pene non è in erezione, che parte da circa metà del meato uretrale fino all'attaccatura del frenulo al glande stesso, nella cui zona arriva ad un diametro di 3/4mm. Questa sorta di macchia è leggermente gonfia, circa 1/2 - 1 millimetro più alta della superficie del glande stesso
e sembra come bagnata, più liscia e riflettente del resto del glande. Quando il pene è in erezione i confini della macchia diventano più evidenti, come gonfi, ma il colore si uniforma al colorito che il glande prende.

Avete qualche ipotesi su cosa possa trattarsi?

Non ho mai avuto secrezioni di alcun tipo, nè alcun problema ad orinare, però non la tollero assolutamente, ed ho anche paura di come la potrebbe prendere la mia partner, con cui non ho ancora avuto rapporti.

Ho 20 anni, e mi sono fatto visitare più volte dal medico curante, il quale mi ha prescritto farmici quali elocon temendo fosse psoriasi, successivamente gentamicina e betametasone, e dopo ancora un farmaco contro la micosi di cui ora non ricordo il nome... Ma tutte vane.

Così decisi di andare da un dermatologo, il quale dopo una rapida occhiata mi disse che in realtà non è niente, solo una zona in cui i capillari sono ingrossati, o una cosa del genere.

Ora, non voglio mettere in dubbio il parere del dermatologo, ma non potrei fare qualche analisi, test, campionatura ed esame in modo di essere davvero sicuri che non è niente? Dove dovrei recarmi per un esame di questo tipo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
a naso ha ragione il dermatologo. Eventualmente consulti dal vivo un altro collega.