Utente 210XXX
Ho 27 anni e da un pò di anni soffro di disfunzione erettile. La situazione è andata progressivamente peggiorando, ormai non ho più erezioni spontanee e quelle indotte manualmente non raggiungono un livello soddisfacente oltre a non durare più di un minuto,se non continua la stimolazione manuale. Sono completamente scomparse le erezioni mattutine tranne qualche raro caso( una volta al mese)e non avverto più appena sveglio la necessità di dover urinare. Capita che nei rari giorni in cui mi sveglio con un erezione, anche se non proprio soddisfacente, di sentirmi fisicamente più tonico.Il glande, nei giorni peggiori,ha un colore rosa chiaro e qualche volta durante la masturbazione sembra che non vi arrivi sangue dato che non modifica la sua consistenza .
Lo so che dovrei rivolgermi di persona ad uno specialista, ma ho un pò di problemi, perchè, dato che ho letto che le eventuali cure sono relativamente costose, non ho ancora un'indipendenza economica che mi permetta di non coinvolgere i miei genitori(cosa che non voglio fare).
Vorrei se è possibile solo un parere sulla sintomatologia da me mostrata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro signore,
prima le consiglio una visita andrologico con un evetuale dosaggio ormonale, magari in un pubblico ospedale o policlinco
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore comprendo a pieno le sue difficoltà e la esorto data l'importanza della situazione, anche in relazione alla sua giovane età, a prenotare quanto prima una visita andrologica presso un ambulatorio ospedaliero di urologia/andrologia.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
[#3] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille per le risposte!
Prima o poi prenderò il coraggio a due mani e lò faro. Ma esistono casi non curabili?
[#4] dopo  
Dr. Daniele Bonanno
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
da quanto scrive la sua non appare come una situazione atipica ma anzi molto comune. Alcune delle caratteristiche da lei descritte sembrerebbero derivare più da una marcata analiticità nell'osservare lo stato dei suoi genitali che da una reale fenomenologia anomala.
Provveda al più presto ad una visita andrologica per poter disporre di un inquadramento diagnostico della sua difficoltà e di un progetto terapeutico. In alcuni casi una buona consultazione diagnostica può può perfino rivelarsi risolutiva.
I più numerosi casi "non curabili" sono quelli che non giungono mai all'attenzione del clinico, abbia cura di non entrare in tale casistica.
Un saluto.

Dott. Daniele Bonanno
bonanno@aisps.net
[#5] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2006
Grazie ancora per l'attenzione prestatami!
Una cosa che mi impressiona è il fatto di non sentire il bisogno di urinare la mattina appena sveglio e in generale poco anche durante la giornata...E' dovuto alle mancate erezioni mattutine o è ancora un altro problema?
[#6] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Probabilmente è legato semplicemente a quanto beve.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#7] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2006
So che probabilmente è una stupidata, ma da dieci anni stò usando uno shampoo anti caduta energizzante per i capelli della DERCOS. Siccome ho sentito che questi prodotti possono avere degli effetti collaterali in questo senso, non vorrei che l'uso prolungato mi abbia causato qualche problema a livello ormonale.
Mi sa che devo chiudere la connessione e rivolgermi sul serio a un dottore
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
se a frenarLa nel decidere di sottoporsi ad un controllo clinico Andrologico è il pensiero di dover affrontare un elevato impegno economico, beh posso rassicurarLa. Basta rivolgersi al Suo Medico di base e farsi preparere una "impegnativa" per visita Andrologica. Con quella può prenotarsi per una visita presso qualsiasi Struttura Universitaria od Ospedaliera, essendo obbligato solo al pagamento del Ticket previsto dal nostro Sistema Sanitario Nazionale. Fra l'altro posso presumere che Lei ne sia anche esente.
Tutto qui.
Ovviamente sospenderei qualsiasi assunzione di farmaci e/o sostanze, nell'attesa di questo controllo clinico.
Mi faccia sapere l'evoluzione della faccenda.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO