Utente 136XXX
Salve.
Circa 3 anni fa mi sono sottoposto ad una serie di interventi con luce pulsata per eliminare peli superflui sulla schiena (sono un uomo). il dermatologo che mi seguiva probabilmente ha settato male lo strumento mettendo una potenza in joule troppo elevata e subito dopo l'intervento (durato circa 25 minuti su tutta la schiena) sono tornato a casa ed ho iniziato a sentire un dolore insopportabile (mi contorcevo a terra dal dolore per il senso di bruciore alla schiena). Subito dopo mi sono messo sotto la doccia con acqua freddissima, ma il dolore persisteva in amniera insopportabile, al che ho applicato una grande quantità di gentalin crema e il dolore è diminutio drasticamente. Dopo 2 giorni hanno iniziato a formarsi bolle con acqua e in seguito croste molto grosse (circa una ventina sulla schiena).

quando sono andate via le croste mi sono rimaste circa 20 cicatrici della grandezza di 2x3 cm (per rendere un'idea ognuna è grossa come le ultime due falangi del dito indice).

sono stato circa 18 mesi senza prendere sole. negli ultimi due anni ho preso invece molto sole e le "CICATRICI" sembrano essersi un pò scurite anche se rimangono molto evidenti ancora.
o
ogni estate prima dell'esposizione al sole (faccio 3 mesi di pasticche di Betacarotene) da aprile a giugno (prima dell'esposizione) e poi continuo.

Purtroppo le cicatrici sono molte (circa 20 onguna della grandezza di mezzo dito indice) e non si abbronzano omogeneamente con il resto della schiena.

LE "CICATRICI" (non so come chiamarle) SONO PERFETTAMENTE LISCE, ALA TATTO NON SEMBREREBBE CHE IO ABBIA NIENTE, MA ALLA VISTA si vede chiaramente queste chiazze bianche.

COSA POSSO FARE PER FAR SI CHE QUESTE CHIAZZE RIPRENDANO UN COLORE NORMALE,
che è successo ?? la melanina è stata bruciata con il danno termico ??


GRAZIE ANITCIPATAMENTE

DISTINTI SALUTI
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli
28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
mi sembra di capire che gli esiti sono di tipo ipocromico, cioè la cute appare più chiara la dove si era formata la bolla. Questo è un evento costante dopo ustioni o altri traumi anche relativamente superficiali che interessano gli strati superficiali della pelle. In pratica non si è formata una vera cicatrice, ma l'epidermide non ha riacquistato il suo colore originale. Questo può succedere anche quando si effettuano trattamenti di peeling chimico e laser resurfacing per il trattamento dell'invecchiamento cutaneo, delle macchie e di altre imperfezioni di superficie della cute. L'esito discromico (ovvero la modificazione permanente e/o temporanea del normale colore della pelle)è sempre in agguato ed è tanto più frequente quanto più è naturalmente scura la pelle del soggetto. Non credo che si possa dire molto di più e soprattutto dare consigli terapeutici senza una valutazione diretta della situazione. Nutro comunque molte perplessità sulla possibilità di trattamento anche se per sua consolazione molto spesso nel corso di tempi lunghi (anni) è probabile che la condizione diventi meno evidente.
Cordiali saluti