Utente 136XXX
Buongiorno,
chiedo scusa per il disturbo. chiedo consulto perchè sono preoccupata. ho 35 anni e qualche giorno fa ho preso l'influenza da mio figlio. fin qua niente di anomalo. febbre a 38.5 per il primo giorno e poi sempre calando. moltissimi dolori . da un paio di giorni però mi è comparso un dolore acutissimo, paragonabile ad una coltellata, nella parte alta dell'addome a sx , 4 dita sotto il costato, ma più in direzione dello stomaco che della schiena. a riposo non lo sento, ma quando sforzo i muscoli addominali, tossisco o starnutisco, è come se mi infilassero una lama nella carne. non è un dolore muscolare. oggi ho presentato scariche semi diarroiche e giramenti di testa oltre ad inappetenza
( cosa che nei giorni scorsi non avevo ). sono alta 1.60 e purtroppo sono un soggetto obeso.
avendo molti dolori non capisco se quelli che accuso a tutta la schiena possono essere irradiati dal punto dolente anche perchè sento un disagio generale. l'addome è trattabile e non ho dolori alla palpazione ( autopalpazione ) .
prendo effexor 75 mg da diversi anni e in questi giorni fluimucil antibiotico 500mg/4ml x aerosol, oltre a tachipirina.

grazie sin d'ora dell'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Cio' che descrive ha delle caratteristiche un po' atipiche. Si potrebbe pensare ad una gastrite da farmaci, ma e' soltanto un'ipotesi e nemmeno troppo accreditabile, visto che non ho avuto la possibilita' di visitarla. Poi non capisco cosa le faccia dire con tanta sicurezza che non possa trattarsi di un dolore muscolare... In sostanza le consiglierei di non fidarsi troppo dell'autopalpazione e di rivolgersi al suo Medico Curante, quanto meno per orientarsi a grandi linee; non dico sulla diagnosi, ma quanto meno sugli accertamenti da fare.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
Ieri sera sono ricorsa alla guardia medica che mi ha visitata in modo approfondito. Non ha riscontrato masse nè nulla di anomalo a prima vista. Affermo con sicurezza che non è muscolare perchè, beh, è il mio corpo e di dolori muscolari ne ho avuti parecchi e si sono presentati tutti in modo del tutto diverso. Poi per carità, non sono un medico, ma a quest'ora avrei colto un miglioramento credo. Con il passare del tempo invece questo dolore non diminuisce e ogni volts che mi muovo è come se mi si lacerasse qualcosa dentro. La Sua collega mi ha detto di recarmi al pronto soccorso solo qualora diventasse continuo cosa che non è ancora accaduto e di prendere tachipirina. Mi preoccupa comunque il fatto che non ci siano miglioramenti e che il dolore sia sempre intenso.

Grazie ancora

Cordialmente

C.M.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ma a parte il consiglio di recarsi in Pronto Soccorso in caso di necessita', cosa le ha detto la Collega che l'ha visitata? E' un suo diritto saperlo, e ci farebbe piacere che ce lo dicesse anche a noi, che invece non abbiamo avuto la possibilita' di incontrarla di persona!
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Mi ha detto che i polmoni erano liberi, e che all'auscultazione e alla palpazione non ha sentito nulla di anomalo. Anzi, leggo dalla relazione medica, o meglio, cerco di interpretare: " addome trattabile, dolore alla palpazione profonda all' Ipocondrio ( ? ) sx . Non mosse (?) addom. peristalsi presente.
Ecco questo è quanto. Si è raccomandata di non prendere Buscopan ma solo tachipirina e poi quello che Le ho anticipato prima. Ha detto che potrebbe essere uno strascico dell'influenza...ma allora perchè non migliora ? O cambia? Avendo avuto scariche ( solo una oggi ) - non c'erano segni di grasso ( domanda fatta dal medico )- può essere una forma di intestinale, uno spin off dall'influenza "classica"? Resto comunque senza appetito e sono a tè e cracker e riso in bianco
Mah, Le dirò che sono perplessa....ho sentito parlare di diverticolite una volta. Potrebbero essere sintomi ? La butto là ovviamente. La ringrazio molto per la pazienza e scusi se non posso essere più accurata di così. Le assicuro comunque che non è un esperienza piacevole "avere uno sparachiodi nella pancia ".

Saluti
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Forse la Collega voleva dire "non masse" nell'addome. Sono pienamente d'accordo a non utilizzare il Buscopan, farmaco a mio avviso di cui troppo spesso si abusa e che non consente di ricevere chiari i segni che dovessero provenire dall'addome. Quest'ultimo infatti, se si sa comprendere, "parla" al Medico come pochi altri organi; ma se si coprono i sintomi con certi tipi di farmaci e' come mettergli un bavaglio...
Non punterei troppo sugli strascichi dell'influenza, ma a questo punto, visto che non ci sono esigenze urgenti, direi che e' consigliabile attendere l'evoluzione continuando nel frattempo una dieta leggera.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Per tenerLa informata degli sviluppi, ad oggi poso confermare un diffuso disagio intestinale senza scariche . Il dolore acuto persiste al movimento, risate, starnuti etc tanto da sembrare una lacerazione delle interiora. Il medico di base che mi ha visitata martedì ha concluso che sia una colite spastica ordinandomi lo " Spasmomen ". Il fatto è che io già assumo Effexor e non vorrei prendere altro che agisca come uno psicofarmaco, oltre al fatto che non mi sento particolarmente ansiosa da giustificare questa assunzione ( ma non sono medico ). In ogni caso, per dare sollievo al dolore, l'ho presa 2 volta al giorno ( so che sono solo al terzo giorno ) ma non ho trovato alcun miglioramento, anzi...solo un bisogno di dormire tutto il giorno cosa che non posso fare avendo due bambini. Lei crede che possa essere una colite?

Grazie ancora della disponibilità
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Se per "colite" intende "Sindrome del Colon Irritabile" (vedi in http://www.stefanospina.com/Glossario.htm ) la risposta potrebbe essere senz'altro si'...
A questo punto ci vuole molta pazienza e una serie infinita di attenzioni da dedicare al suo intestino.
Cordiali saluti