Utente 116XXX
Salve! Vorrei, se possibile, una risposta al mio problema che persiste da tempo.
Nel 2004 sono stato operato ad un'ernia inguinale dx, ma non essendo molto fortunato,il chirurgo mi disse che al momento della chiusura della ferita, al 99 x cento erano stati legati dei nervi, andandosi a inserire con i punti.
Ho trascorso un anno intero con dolore localizzato nella zona interessata e nella zona coscia dx interna,ma dopo ripetute cure e riposo il dolore non andò via.
Cosi l'anno successivo decisi di farmi rivisitare da un'altro chirurgo,il quale mi disse che bisognava effettuare un altro intervento alla stessa ernia cercando di liberare quei probabili nervi; Cosi fù, mi operarono, però il chirurgo mi disse che nn fu totalmente in grado di risolvere il problema, in quanto la rete che mi fu messa la prima volta ormai si era incarnata.
Trascorsi un altro anno con gli stessi dolori,facendomi fare propio da lui delle iniezioni nella zona interessata e cioè vicino all'inguine,ma con scarsi risultati.
Morale della favola solo adesso posso dire che nell'anno 2008 sono stato bene fino ad oggi, perche da una settimana a questa parte, mi si sono ripresentati quei dolori, che non riesco a tollerare(inguine + coscia interna).
Praticamente noto che nella zona operata dove vi è la cicatrice non ho sensibilità, ma nonostante ciò, al solo sfiorare con la mano avverto dolore,come mai mi succede questo? Cosa posso fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Difficile capire realmente cosa sia accaduto, e perche' chi l'ha operata la prima volta avrebbe "legato i nervi" come le ha stato detto. Sezionare qualche piccola terminazione nervosa purtroppo a volte e' inevitabile, ma questo spiegherebbe la scarsa sensibilita' e, tutto sommato, a distanza di alcuni anni dall'intervento, poco altro. Stante pero' la situazione attuale conviene sentire magari cosa ne pensa anche un Neurologo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
però adesso che ricordo bene,questi dolori si presentano sempre quando ho tosse forte per alcuni giorni! anche perchè a me l'ernia inguinale mi venne in seguito ad una forte influenza associata con tosse,è possibile tutto cio?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La tosse, poiche' aumenta la pressione endoaddominale, puo' acuire i sintomi dolorosi dell'ernia (o magari di una recidiva...). Comunque in linea di massima questo non cambia la mia personale impressione e quindi le ribadisco quello che ho scritto prima.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009

ok! la ringrazio per la tempestività nel rispondermi,cercherò di fare come dice lei!! saluti
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Di nulla. Cordiali saluti.