Utente 112XXX
salve, dopo tanta confusione volevo esporre un problema che da 3 anni mi da molto fastidio. Tutto comincia con un deficit erettile all'apparenza banale, nato dopo un urto continuativo col pene in erezione su un sedile in un nmezzo di lavoro sostitutivo che mi urtava proprio nel pene causandomi erezione e dolore. Quindi mi sono sottoposto agli esami ematici e a ecodopler penieno e tutto è risultato normale, persistendo il problema ho fatto pure un' ecodopler dinamico e poi un conseguente cavernosometria, tutto con esito normale. da sei mesi sto facendo una cura con il laroxil in bassissime quantità (6 gocce per 4 mesi e 4 gocce per i restanti 2) che ho smesso pochi giorni or sono. Diciamo che ora la situazione è migliorata, nel senso che almeno rispondo un po meglio alla terapia farmacologica (cialis), che comunque, a mio avviso, non è una situazione di normalità. Ora come ora mi sento il pene spesso freddo e a volte un senso di intorpidimento specialmente da seduto, quindi devo per forza massaggiarmi con le mani e non è sempre facile e simpatico... Ho 41 anni, sposato, prima di prendere una drastico e dispendiosissima soluzione (e di questi tempi non è che sia facile per me affrontare cifre così elevate...), avevo il piacere di avere qualche vostro parere e magari indicazione. Ringraziando anticipatamente porgo Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
quale sarebbe la drastica e dispendiosissima ??
[#2] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
la protesi peniena, mi scusi non l'avevo specificato, la ringrazio per la sua tempestività Dr. Biagiotti
[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
salve di nuovo.
secondo me manca una diagnosi sulla causa del disturbo da lei lamentato. per esempio si potrebbe indagare sulla possibilità di una lesione nervosa a livello lombare e sacrale. è solo un'ipotesi.
poi andrebbe valutato il contesto relazionale ma da qui non è possibile.ne parli magari col suo medico di famiglia.
ci tenga informati
cordialmente
[#4] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
io la ringrazio infinitamente, il mio medico di famiglia mi segue costantemente, mi ha mandato da diversi andrologi, molto attenti e professionali, ma il problema, secondo me è a livello pelvico prostatico