Utente 136XXX
Gent.mo Dott.,
vorrei capire se dal seguente spermiogramma esiste la possibilità di avere un figlio naturalmente:

Volume: 4 ml.
Numero spermatozoi/ml: 60.000.000
Numero totale di spermatozoi: 240.000.000

MOTILITA'
Forme "a" con motilità progressiva rapida: 10% (dopo 60 min), 20% (dopo 120 min)
Forme "b" con motilità progressiva non rettilinea: 20% (dopo 60 e 120 min)
Forme "c" con motilità non progressiva: 35% (dopo 60 min), 20% (dopo 120 min)

MORFOLOGIA
Forme normali: 6%
Anomalie della testa: 72%
Anomalie della testa, del tratto intermedie e della coda: 22%
Anomalie della coda: 0%

TEST DI CAPACITAZIONE
Motilità
Forme "a": 60%
Forme "b": 20%
Forme "c": 0%

Forme normali: 9%

Campione idoneo per inseminazione artificiale

Con un numero così elevato di spermatozoi esiste la possibilità di concepire naturalmente, anche se le forme normali risultano ridotte?
L'anomalia delle teste è un valore invalidante? Può cambiare nei mesi? Può essere curato farmacologicamente?
Con questo test di capacitazione, un'eventuale inseminazione avrebbe buone probabilità di riuscita? (aggiungo che il profilo ormonale di mia moglie risulta perfetto).

La ringrazio anticipatamente per la sua cortese risposta.
G.L.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ario Joghtapour
44% attività
12% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Sarebbe corretto dopo la valutazione finale specificare:
N.B. i dati dei singoli parametri dello Spermiogramma vanno interpretati globalmente, valori al di fuori degli intervalli di riferimento non devono essere necessariamente considerati in contrasto con la capacità fecondante.
Il suo esame tutto sommato va bene, MORFOLOGIA
Forme normali: 6% sperò per lei che non sia così, perchè è molto raro ( e penso che non lo sia), poi per quanto la gravidanza va valutato anche il partener femminile. Il caro amico Dr Beretta potrà illuminare ulteriormente. Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,lo spermiogramma evidenzia alterazioni qualitative degli spermatozoi (morfologia,motilità) che,però,in alcun modo escludono la possibilità di fecondare la partner,sia in maniera spontanea che assistita.Ricordo che lo spermiogramma esprime unicamente una potenzialità statistica della fertilità di un uomo,che va correlato con il tempo da cui si cerca un figlio,con la visita andrologica,con l'età e le condizioni ginecologiche della partner.Se l'età Sua (52 anni) é quella che si evince,é evidente che il dato assoluto ,relativo ai parametri espressi dallo spermiogramma ,assuma una valenza specifica di minore fertilità.Ho la sensazione che non si sia sottoposto ad una visita andrologica,il che sarebbe fortemente ostativo nei confronti della agognata gravidanza...E' limitativo e fuorviante rifarsi al solo giudizio del ginecologo.Ci aggiorni in merito.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la vostra cortese risposta.
Sicuramente procederemo con una visita andrologica.

Prima di intraprendere un percorso di fecondazione assistita (che desidereremmo evitare) avremmo bisogno di capire, a titolo puramente indicativo, quale percentuale esiste di fecondare naturalmente, dato il numero elevato di spermatozoi. Stiamo cercando un figlio da circa 8 mesi, mia moglie ha 37 anni e i suoi valori ormonali sono ottimi.

L'anomalia della forma è un valore variabile, nel senso che rifacendo l'esame potrebbe cambiare significativamente? Può essere curato farmacologicamente?

Il test di capacitazione evidenzia una forte motilità rispetto allo spermiogramma. Cosa significa?

Grazie per il vostro prezioso aiuto. E' per noi fondamentale nell'attesa della visita andrologica.
G.L.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

a mio parere il suo liquido seminale ha buone capacità di fecondare.
Il problema mi sembra possa risiedere nella capacità di avere una gravidanza da parte di sua moglie ( 37 anni). e dalla frequenza dei rapporti sessuali.
Credo che una visita andrologica per valutare come eventualmente migliorare i parametri seminali ed una valutazione ginecologica su sua moglie sia opportuna anche al fine di non perdere troppo tempo ( il tempo vola !!!) e valutare quando possa essere il caso di ricorrere ad una procedura di Procreazione Medicalmente Assistita.
Cari saluti
[#5] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta.

Mia moglie è già seguita sul piano ginecologico, ha fatto esami ormonali ed ecografie e risulta tutto nella norma.
La frequenza dei rapporti è quotidiana (o a giorni alterni).

Mi scusi se ritorno sulla questione dello spermiogramma, ma ho bisogno di capire se l'anomalia della forma è un fattore invalidante ai fini di una fecondazione naturale. E' un valore variabile, nel senso che rifacendo l'esame potrebbe cambiare significativamente? Può essere migliorato?

Grazie
Cordiali Saluti
G.L.
[#6] dopo  
Dr. Ario Joghtapour
44% attività
12% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
D:se l'anomalia della forma è un fattore invalidante ai fini di una fecondazione naturale

R: Mi sono permesso a rispondere perchè ho iniziato attività nel campo di fertilità contemporaneamente anchè attivita di laboratorio di procreazione Medicalmente assistita, dallo spermiogramma alla FIVET-ICSI.
le ripeto di nuovo, percentale anomalo di morfologia come la sua è rara, esame del liquido seminale è un esame soggettivo e variabile se si è eseguito in un laboratorio che si occupa di fecondazione in vitro, oppure in un laboratorio di analisi per esami di routine e se sono effettuati sencondo dei criterio del OMS 1999. Anomalia della forma: se si tratta di TERATOSPERMIA GRAVE "vera" può essere un fattore invalidante e in questo caso si farebbe Microscopia Elettronica a Trasmissione (TEM).

D:E' un valore variabile, nel senso che rifacendo l'esame potrebbe cambiare significativamente? Può essere migliorato?

R:NO, lieve variazione fisiologica esiste, anchè in altre situazioni ma lieve, non dalla teratospermia severa a normospermia (IMHO).
Cordialmente
[#7] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le vostre risposte.

Sono ancora un po' confuso, non mi è ben chiaro se, nonostante le anomalie della forma, il numero consistente di spermatozoi può consentire una fecondazione naturale.

Faremo presto una visita presso un Centro di fecondazione assistita, ma vorremmo evitare il più possibile questo percorso.

Attendo vostre eventuali considerazioni.
G.L.
[#8] dopo  
Utente 136XXX

Iscritto dal 2009
Vorrei sapere se esiste correlazione tra teratozoospermia e l'infiammazione del fegato riscontrata dagli esami del sangue effettuati.

Oppure potrebbe dipendere da altre cause?

Grazie
G.L.
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...attenda l'esito della visita andrologica,si allontani da una visione parcellare dello spermiogramma ed,in particolare,da quel valore percentuale delle forme anomale che sembra essere diventato il centro del Suo/Vostro problema.La fisiopatologia della riproduzione é un campo molto vasto e legato ad aspetti tecnici quali,ad esempio,la genomica molecolare che,per capirci,
studia e valuta gli aspetti legati all'invecchiamento.
Le ricordo che la Sua età,come padre potenziale,é più che matura,come é matura quella della Sua partner.Ciò non significa che,ribadisco,non possa gioire per una gravidanza spontanea.Credo che stia pesando solamente il giudizio del ginecologo che,immagino,abbia prospettato, come unica strada,la PMA.Non escludo che ciò possa essere plausibile ma non si può non porre una rigorosa diagnosi andrologica visto che il maschio,da ultime informazioni, partecipa al 50% alla fecondazione...aldilà delle forme anomale.Ci aggiorni in seguito.Cordialità.