Utente 139XXX
Salve a tutti.
Mio marito ha 30 anni e i nostri rapporti sono di solito soddisfacenti e la sua erezione abbastanza buona. Quasi sempre la sua erezione diventa completa solo penetrando la vagina. Inoltre alcune volte capita che perda tale erezione ma continui a essere fortemente eccitato, tanto da eiaculare. Per me è il secondo matrimonio, e devo dire che la cosa per me è un po' frustrante. C'è da dire che ha una cultura diversa dalla mia, e non è molto abituato a baci carezze coccole ecc..Essendo la sua prima relazione seria, ho creduto potesse "imparare" certe cose..ma col tempo vedo che è piuttosto"quadrato" in certe situazioni...Per me la sessualità non è importante è fondamentale...e mi auguro che questo non diventi un elemento pesantemente negativo del nostro matrimonio...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,non ci dice nulla circa l'età,le condizioni di salute,le abitudini di vita etc. di Suo marito.Il disagio sessuale non deve sempre essere rincondotto ad un problema psicologico-comportamentale,in quanto si rischia di banalizzare un problema che può essere un campanello di allarme di patologie future.Senza drammatizzare,lo inviti a consultare un esperto andrologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la celerità con cui mi avete risposto.
Mio marito ha 30 anni, cammina molto a piedi, è un ragazzo forte, magro e mangia bene. Fuma regolarmente circa 20 sigarette al giorno. Ha una abitudine strana di non bere affatto o di bere molto.I deficit di cui ho parlato però non sono avvenuti quando aveva abusato un po' nel bere.
Invitarlo a una visita presso un andrologo è pressocchè una mission impossible, avendo sudato sette camicie per portarlo dal dentista dopo una settimana di dolori lancinanti che non lo facevano dormire nè di giorno nè di notte.
Che tipo di patologie potrebbero presentarsi con questi sintomi? :-(
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il più grande nemico della salute e,quindi,della sessualità,é il fumo.Analogamente,uno stile di vita non corretto (alcol) ha portato,e porterà in futuro,a nuovi episodi di disfunzione erettile.Le malattie non guariscono ma si curano (diabete,ipertensione etc.),gli stili di vita inidonei,si possono eliminare...Cordialità ed auguri.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

alcuni elementi che lei propone potrebbero far pensare alla esistenza di una qualche anomalia vascolare a carico del pene di suo marito che si tradurrebbe nella incapacità ad ottenere una adeguata rigidità dell'asta ed a mantenerla il tempo necessario per espletare un rapporto sessuale penetrativo.
Utile sarebbe il parere di uno specialista, nel frattempo una frequente attività sessuale, senza forzature da parte sua, ma lasciando che suo marito si comporti con la massima spontaneità potrebbe consentirle di capire se ci sono veri problemi e potrebbe consentirgli di rendersi conto della necessità di rivolgersi ad uno specialista
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Grazie a voi per le vostre risposte.
I nostri rapporti sono praticamente giornalieri, in alcuni casi abbiamo avuto anche sei e sette rapporti in un solo giorno, tutti a "buon fine" sia per lui che per me.
Diciamo che da agosto ad oggi la media è di un rapporto al giorno. A parte questo fatto che ottiene il massimo dell'erezione entrando in vagina, i rapporti sono poi del tutto normali e soddisfacenti per entrambi. L'eiaculazione senza erezione è avvenuta in questi mesi tre volte...
Io non sono molto informata ovviamente e i miei metri di paragone si riferiscono alle esperienze prima di lui.
In genere l'uomo era sufficientemente eccitato e pronto per la penetrazione già dopo i primi baci...
Mio marito non ama molto i preliminari e nemmeno baciare...:-((
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...é un errore porre degli standard di riferimento nei riguardi di una funzione spontanea.Nel tempo,per vari motivi,gli stessi potrebbero non essere più gli stessi...
Credo che un passo indietro vada fatto,riportando la coppia ad una maggiore serenità e spontaneità che garantisca anche una maggiore gratificazione non prestazionale ma "affettiva" (mancanza di preliminari etc.).Se Suo marito non collabora,non resta che adeguarsi senza "lamentarsi",accettando uno stato di cose che,nel tempo,sarà foriero di contrasti.Cordialità.