Utente 143XXX
Ho 55 anni e trovo difficoltà a mantenere l'erezione per la penetrazione.
Il mio medico di base sostiene che questa difficoltà è legata all'andropausa, ma mi ha sconsigliato uso di farmaci(tipo Viagra) per avere un aiuto e riprendere un'attività sessuale di coppia più soddisfacente.
Lamia intenzione invece sarebbe di avvvalermi di un aiuto anche farmacologico.
Ho sentito parlare di prodotti omeopatici, chiamati afrodisiaci, che danno buoni risultati.
In attesa di risposta ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
la difficoltà a mantenere l'erezione va innanzitutto compresa: perchè capita? Cause psicologiche? Cause ormonali (l'andropausa cui fa riferimento il suo curante vi rientra)? Fattori di rischio cardiovascolare? Altro? Alcune di queste cause sono risolvibili, in altri casi esistono farmaci (della famiglia del Viagra) sicuri ed efficaci, come primo livello di trattamento.
Come vede l'argomento è articolato. Le suggerirei pertanto di farsi valutare e seguire in ambito specialistico andrologico.