Utente 143XXX
Salve, sono un ragazzo di 18 anni al quale la settimana scorsa è stata diagnosticata una prostatite con risentimento epididimario. Sono andato in ospedale perchè da 3 giorni circa presentavo sangue nello sperma e perchè aveva iniziato a farmi male il testicolo destro. Dopo esami del sangue, ecografia e un dito in **** (scusate l'amarezza della frase ma non mi è andata proprio giù) mi è stata diagnosticata questa "cosa". Avrei 2 domande...è normale che da quel giorno, nonostante sia sotto antibiotico e supposte il dolore peggiori e ora sento male anche ai reni e verso sera tardi anche alla schiena? E poi vorrei sapere cosa vuol dire "risentimento epididimario"...grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
temo che l'esplorazione rettale fosse proprio necessaria; mi auguro che almeno gliel'abbiano spiegata prima.
L'attuale decorso (quanti gg sono passati dopo la visita?) è possibile, con una prostatite.
Per risentimento il Collega si riferisce, suppongo, a una iniziale infiammazione dell'epididimo, che è in contatto diretto con la prostata mediante un tubino, il "dotto deferente", che trasporta gli spermatozoi.
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
è passata una settimana esatta dalla visita, quanto devo aspettare prima di poter riprendere a fare una vita normale?
grazie della pronta risposta.
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Difficile prevedere con precisione il decorso di una prostatite: è molto variabile.
[#4] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
ok grazie mille per la sua disponibilità.