Utente 144XXX
Salve,domenica pomeriggio sono caduto correndo,mi son recato subito al P.S. dove mi hanno fatto una lastra al polso dx,dicendomi che non è rotto ma mi hanno ingessato tutta la mano e l'avanbraccio (riesco a muovere la mano comprese le dita da dentro il gesso,è stretto solo sul polso) , ingessatura da tenere 2 settimane,il medico ha aggiunto che se ci fosse un osso rotto nel polso non si vedrebbe subito,ma tra 10/15 gg... è possibile? il polso mi fa più male di quando son entrato all'ospedale..inoltre ora mi prendono spesso delle fitte al polso ed ho le dita congelate..è normale? se l'ingessatura non fosse stata ben fatta poichè non sanno se è rotto e dove , a quali problemi andrei incontro?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Busa
24% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Egr. Utente,
un trauma violento a livello di polso e mano spesso può causare ematoma e gonfiore con dolore molto intensi anche in assenza di fratture. Inoltre effettivamente le ossa del polso presentano una geometria complessa e pertanto un esame radiografico standard iniziale può non essere in grado di evidenziare una microfrattura oppure una frattura "composta". Per questi motivi in molti casi è consigliabile comunque applicare un tutore rigido (gesso o steccatura rigida) ed effettuare una nuova radiografia di controllo a 10-12gg dal trauma. Questa nuova radiografia può evidenziare la frattura oppure confermare l'assenza di lesioni scheletriche. Nel secondo caso ovviamente l'immobilizzazione sarà da abbandonare progressivamente in funzione dell'adamento clinico.
In altre parole: condivido l'atteggiamento "prudente" del Collega. La presenza di sensazione di freddo, formicolii, intorpidimenti, possono nascere da un bendaggio lievemente troppo stretto. Forse il gonfiore interno è aumantato e la fasciatura è divenuta un pò troppo stretta. Dovrà tenere l'arto elevato e muovere loto le dita libere in flesso-estensione (15 minuti ogni ora). Se ciò non migliora le sensazioni occorre che si rechi in pronto soccorso per frsi controllare ed eventualmente sistemare il bendaggio.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Dr. Busa la ringrazio per la rapidità della risposta,la quale mi rassicura essendo stato liquidato in pochi minuti all'ospedale non spigandomi niente,volevo ancora chiederle in caso di frattura "composta" o microfrattura quali sono i tempi di degenza? praticando sport quotidianamente capisce che anche un fermo di due settimane per me è quasi un incubo,inoltre affiancando anche la palestra usavo molto il polso con pesi..quali sono i tipi di terapia più indicati?
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Busa
24% attività
0% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Egr. utente,
non ha senso fare previsioni "virtuali".
Occorre avere pazienza ed attendere una diagnosi. L'assenza di fratture le consentirà di riprendere con rapidità le funzioni di polso e mano. Se dovessero risultare frattureno micro-fratture i tempi di immobilizzazione possono variare dai 15 ai 30 giorni. in caso di diagnosi di Frattura Scafoidea potrebbe essere indicato anche il trattamento chirurgico .... Ma inutile "fasciarsi la testa prima di rompersela". Cordiali saluti!