Utente 536XXX
Gentili dottori, venerdi notte mia madre ha avuto per la prima volta un episodio di fibrillazione atriale, rientrata per fortuna ieri pomeriggio e questa mattina è stata dimessa. Posto qui di seguito il foglio di dimissioni.

DIMESSA CON DIAGNOSI DI FIBRILLAZIONE ATRIALE CARDIOVERTITA FARMACOLOGICAMENTE A RS.

La paziente giunge alla nostra osservazione con la comparsa da circa 1 ora di cardiopalmo aritmico. Nega altre patologie degne di nota. All’ECG FA con FVM di 150bpm. Attività cardiaca aritmica, toni validi. Al torace MVF. PA 135/95 mmHg. Inizia tp con amiodarone bolo ev. ed infusione sec protocollo, clexane 6000 UI s.c. Alle ore 14:30 del 23/01/10 ripristino del RS a fc di 63 bpm.

La pz. si dimette in data odierna stabile ed in compenso emodinamico , e come primo episodio di FA con indicazione a controllo Cardiologico ambulatoriale tra 10 giorni e a programmare Holter ECG delle 24h tra circa 1 mese.

Esami ematochimici rivelano: Col.Tot. 222mg/dl; Col LDL 154mg/dl; VES 35. Normali gli altri valori.
Ormoni tiroidei nella norma.

ECG alla dimissione: RS con fc di 57 bpm. Alterazioni aspecifiche del recupero.

Ecocardiogramma alla dimissione: Vsx di normali dimensioni e spessori parietali. Buona la cinesi globale e segmentarlo. Radice aortica ed aorta ascendente nei limiti. Atrio sn di normali dimensioni (DTD in m-mode 3,2). Sezioni dx normali. Al CD: minima IM. Pericardio indenne.


Volevo chiedere un vostro parere a riguardo e se sia il caso di eseguire ulteriori accertamenti oltre ai controlli prescritti dai medici.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in base alla diagnosi e all'iter clinico seguito da sua madre, a parte l'indicazione ad un miglioramento del regime dietetico e ad un maggior controllo pressorio, le indicazioni avute all'atto della dimissione rientrano nei protocolli standard seguiti in cardiologia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 536XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore, la ringrazio innanzitutto per la risposta, volevo chiederle se generalmente, in base alla sua esperienza, questi fenomeni possono restare eventi isolati (magari dovuti a momentaneo stress), oppure sono spesso da associare ad una prima manifestazione di una patologia che potrebbe ripresentarsi nel tempo. Grazie.
[#3] dopo  
Utente 536XXX

Iscritto dal 2008
Salve dottore, scusi se scrivo nuovamente, ma le sarei molto grato se rispondesse alla mia domanda, mi aiuterebbe ad avere le idee un pò più chiare. La ringrazio nuovamente e le invio cordiali saluti.