Utente 207XXX
Buongiorno, e complimenti per il servizio del sito. A mio padre, 75 anni a seguito di dolori arto inferiore dx è stato riscontrato quanto segue.

R.M. GINOCCHIO DX: dilatazione aneurismatica fusiforme arteria poplitea, che si estende longitudinalmente circa 10 cm diametro max 2 cm, segnali di flusso arterioso lento ed areee riferibili materiale trombizzato, parete ...riferibile a calcificazione.
Menisco mediale e laterale con aspetti degenerativi di avanzato grado, con interessamento muro meniscale ant. e sublussazione esterna;condropatia con erosione cartilaginea sull'articolazione femoro-rotulea.Presente discreto versamento endoarticolare nel comparto anteriore, falde fluide nel pivot centrale e distensione cistica della borsa propria del gastrocnemio mediale;ispessimento pliche sinoviali.
ECO COLOR-DOPPLER: a dx l'arteria poplitea si presenta aneurismatica (diam traverso max 2,24 mm) e trombizzata; diffuse irregolarità calcifiche a carico dei restanti distretti femoro-popliteo-tibiali che appare pervio e di buon calibro bilateralmente.

ANGIO RM: asse arterioso iliaco femorale pervi di calibro regolare;marcata tortuosità asse arterioso iliaco su entrambi i lati.A dx l'art poplitea appare occlusa dall'origine sino alla sua triforcazione, e attraverso circoli collaterali si riabitano all'origine comune l'art. tibiale ant ed il tronco tibio-peroniero.I tre vasi di gamba appaiono pervi.A sx l'art poplitea e i tre vasi di gamba appaiono pervi e di calibro regolare.
Bilirubina e colesterolo alti.
E' stata consigliata terapia con eparina e regime deambulatorio quotidiano.
Non siamo tranquilli, ma un intervento è consigliabile?? Può indicarci strutture di riferimento Grazie
Antonio SS

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

i limiti di una valutazione a distanza, che limita fortemente la consulenza, sono noti.
lei riferisce per motivi di tempo e spazio solo il problema locale, ma vengono tralasciati gli aspetti generali.

per esempio la pressione arteriosa, se esistono patologie associate (diabete, problemi cardiologici, pregressi interventi chirurgici, insufficienza renale, problemi respiratori, etc. etc.).

tutto ciò per poter definire eventuali rischi qualora si volesse trattare in modo diverso questo problema.

evidentemente i medici che hanno avuto la possibilità di valutare complesivamente il papà hanno deciso valutando i "costi/benefici" di intraprendere una terapia inizialmente medica per poi decidere in base ai risultati ottenuti, continuare il percorso medico o treattare in modo alternativo quest patologia.

ci tenga informati

cordiali saluti e tanti auguri