Utente 304XXX
Salve, ho un problema per il mio bambino: ha 5 anni e mezzo, e da un paio d'anni è risultato allergico agli acari, al polline dell'ulivo e al kiwi.
Di recente si sono aggiunti altri due allergeni: le graminacee e il bianco d'uovo (a seguito di esame RAST, che ha indicato per quest'ultimo il valore di 1.37, ossia medio).
Il problema si pone per vaccinare il bambino, dato che spesso i vaccini sono coltivati nelle uova di pollo.
Preciso che fino ad oggi lui ha fatto tutti i vaccini obbligatori (e anche uno influenzale l'anno scorso) senza avere reazioni allergiche. Inoltre mangia tranquillamente l'uovo cotto.
E' possibile vaccinarlo? A quali condizioni? Sarebbe possibile, ad es., effettuare un vaccino in tempi diversi con dosi dimezzate? Oppure effettuarlo in una situazione di controllo, in ospedale, ecc.? Oppure tentare una terapia desensibilizzante?
In questo periodo dovrebbe fare il vaccino per il morbillo, che è coltivato nell'uovo di pollo (si tratta di un richiamo). L'allergologo lo ha sconsigliato, mentre il centro vaccini si è espresso favorevolmente. A me interessa una soluzione che guardi soprattutto al futuro. Rimango in attesa, grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  


Cancellato nel 2013
Segui il consiglio del centro vaccini,inoculando il vaccino in centro protetto.