Utente 149XXX
Salve sono una ragazza di 28 anni.a novembre dopo la scomparsa improvvisa di mio zio ho comiciato a sentire un dolore-fastidio al fianco destro. Sono stata dal medico il quale dopo avermi fatto domande relative a regolarità intestinale mi disse che non era nulla.in effetti il dolore è scomparso da solo.ora io lavoro fuori dalla mia città e non posso andare al mio medico, e ho molta paura sono una pesona molto ansiosa. ora da circa una settimana è tornato.più che un dolore è un fastidio che a volta è più verso il basso (l'anca) e a volte sotto la costola. senso di pesantezza che si sposta anche verso la schiena. si accentua la sera ed è quasi assente la mattina.sento indolenzimento al fianco se allungo il braccio verso l'alto. inoltre ho ogni tanto pungicate davanti sempre a destra a metà tra l'ultima costola e l'anca e a volte pungicate all'inguine e all'altezza dell'ovaio.però questi fastidi ''aggiuntivi''vanno e vengono. ho paura che magari mi si sia infiammata l'appendice. Al bagno vado regolarmente, e non ho problemi di digestione. La ringrazio molto se potesse aiutarmi a fare chiarezza visto che sono lontana da casa.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2005
Gentile Signora,
provo a farLe un po' di chiarezza. La localizzazione del dolore e la distribuzione dello stesso mi fa pensare a rene e quindi alla paura che Lei avverte e al fegato. In qualche modo sta provando rabbia verso qualcuno o verso se stessa?
La Sua respirazione com'è?
Approfondirei comunque la problematica relativa alle vie urinarie: esame completo delle urine e gli esami di funzionalità renale e anche quelli del fegato: transaminasi gamma GT e fosfatasi alcalina. Anche se lavora lontano da casa credo che ci sia la possibilità di assistenza medica anche se è in un'altra città si informi.
Beve abbastanza?
Cordiali saluti