Utente 347XXX
Salve, sono sposata da 30 anni. Alcuni mesi fa ho scoperto l'ultimo tradimento di mio marito con una persona anche lei sposata di 20 anni più giovane di lui il cui marito soffre di eiaculazione precoce. In seguito a questa scoperta dopo interminabili colloqui e liti con mio marito ho saputo che c'è sempre stata qualcun'altra, ma, secondo lui erano sempre storie finalizzate solo alla gratificazione sessuale. Mi dice che ha sempre avuto una insoddisfazione di fondo fin dall'inizio del nostro matrimonio perchè lui per me non è stato il primo uomo e per lui questa è una forma di rivalsa. Lui ha 56 anni ma ne dimostra 15 di meno ed ha sempre avuto un desiderio sessuale molto spiccato che io non sempre mi sono sentita di soddisfare. Mi sono sentita dire che lui comunque non ha mai fatto mancare niente alla famiglia (abbiamo due figli) ed effettivamente abbiamo realizzato una solida azienda nel campo del turismo. Ora io mi sento come una che è servita solo a lavare calzini e in questo momento non riesco a pensare a nient'altro che non sia questo. Ci sono momenti che forse non ci penso e mi sento in colpa per questo. Ho perso 14 Kg in 4 mesi. Non riesco più a dormire, non riesco a concentrarmi nel lavoro e ogni mio pensiero è focalizzato a cercare in modo ossessivo prove riscontri tabulati e quant'altro che mi possa dimostrare quello che ha fatto. Ho intenzione di chiedere la separazione perchè mi sembra di non riconoscere più la persona che mi sta vicino. Capisco che la mia è un'ossessione ma non so come venirne fuori. Spero tanto in un vostro consiglio perchè mi vengono sempre più spesso pensieri suicidi per non pensare più a niente, mi trattiene solo il pensiero dei figli.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

la sua situazione non e' discutibile nel forum in quanto necessita di approfondimento sia dal punto di vista psichiatrico che dal punto di vista psicologico.

Si rivolga ad uno specialista che potra' indirizzarla verso il trattamento piu' adatto.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#2] dopo  
Dr.ssa Chiara Cimbro
24% attività
0% attualità
8% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
la sua storia è davanti ad un bivio, nel quale ogni strada deve essere prima ponderata e valutata attentamente.
Prendere decisioni affrettate o soltanto istintive potrebbe essere altamente controproducente.

Da come descrive la sua situazione è possibile che stia attraversando un episodio depressivo maggiore, che, associato alla volontà di separarsi potrebbe destabilizzarla.

Credo sia importante per lei rivolgersi ad uno specilista che possa concretamente e di persona offrirle la miglior consulenza che il suo caso necessita.

Ha bisogno di confrontarsi e avere risposte, ma ciò è possibile soltanto in una modalità diretta.

Cordialmente,
dr. Chiara Cimbro
[#3] dopo  
19098

Cancellato nel 2008
Gentilissima,

in questo momento difficile, in cui si sente ad un bivio, deve prima di tutto "curare se stessa", è dimagrita, non dorme ,ha idee suicide.
Non prenda alcuna decisione in questo momento.
Si rivolga a specialista ,prima di tutto ,affronti il proprio disagio e malessere, dopo ,con calma deciderà.
con i migliori auguri

Dott.ssa I.Di Sipio
[#4] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
0% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
le consiglio di rivolgersi a d un medico specializzato in psicosessuologia al fine di diagnosticare e poter trattare adeguatamente la sua problematica.
Cordialmente