Utente 575XXX
Gentilissimi dottori, in occasione di un controllo generale nelle esami delle urine di mio figlio (20anni), è risultata la presenza di "tracce" di albumina. A distanza di una settimana, ripetuti gli esami presso un altro laboratorio, è risultata la presenza di proteine con un valore di 10 (il range riportato sul referto è 0-20). Tengo a precisare che all'età di 14 anni ha avuto un episodio di micro/macro ematuria ed anche in quel caso si era rilevata la presenza di proteine in tracce insieme a microematuria. All'epoca si era riscontrata anche valori bassi di ferro ed una lieve anemia che è stata trattata con successo con Ferrograd. Nel corso degli anni il tutto si era normalizzato fino a quest'ultima analisi dove si sono presentati tracce di proteine. Dobbiamo stare tranquilli o approfondire?

Ringrazio per le risposte.
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

immagino che il risultato si riferisca all'esame chimico-fisico delle urine. Purtroppo esiste molta confusione terminologica tra diversi laboratori (albuminuria usata come sinonimo di proteinuria, e altre cose...).

In presenza di microematuria cronica consiglierei di procedere con controllo della proteinuria delle 24 ore e ecografia addominale, immaginando che gli esami di funzione renale siano stati comunque controllati.

Cordiali saluti.