Utente 153XXX
buonasera, maercoledì andrò alla visita dal chirurgo che già 2 volte mi ha operato. la prima avevo 18 anni ed il pene curvo a sx di circa 50°, nel 2006 mi hanno operato la seconda volta perchè c'era una lesione nel corpo cavernoso (la prima volta che ho avuto rapporti sessuali, dopo cirdca 2 mesi ho sentito uno "stac" come se qualcosa fosse saltato dentro).
Ora ho una protuberanza giusto dove mi hanno operato e che mi crea dolori quando ho rapporti, nello specifico quando il pene torna a riposo. dolori che a volte mi immobilizzano (come quando ci si schiaccia un'ematoma). la mia vita sessuale comunque procede al meglio a parte questi momenti di dolore che non fanno bene al rapporto. Ho fatto un'ecografia con le prostoglandine un paio di anni fa e non riultavano danni, ma ora la situazione sta peggiorando.
ovviamente l'idea di farmi operare un'altra volta non è allettante ma se fosse definitiva l'accetterei più volentieri.
quando stringo il pene con la mano e faccio fluire il sangue cosi da ingrossarlo di più, nella protuberanza sento come sangue scorrere, come se il corpo cavernoso fosse lesionato o come se ci fosse una vena varicosa. Un dottore da cui sono andato mi ha detto che ho un'ernia..e di farmi operare...possibile?

secondo voi cosa può essere? l'eventualità di un'altra operazione potrebbe crearmi problemi di impotenza?

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
quella cosa va vista dal vivo, sicuro, e magari lo stesso andrologo debvee fare ecodoppler. A nasoè giustrificato intervento: tranquillo, non dovrebbe essere granchè.