Utente 142XXX
GENTILI DOTTORI,
AVREI BISOGNO DI UNA RASSICURAZIONE: HO 22 ANNI, COSTITUZIONE MINUTA, NESSUN PROBLEMA CARDIACO EREDITARIO DI ALCUN TIPO.

DA POCO HO SCOPERTO TRAMITE ECG DI AVERE UN PROLASSO DELLA MITRALE, SOTTO CONTROLLO, MA ABBASTANZA EVIDENTE.
DA ALCUNI GIORNI SOFFRO DI TACHICARDIA (SONO ANSIOSA E ASSUMO ZOLOFT PER DISTURBO DI DOC)E TREMORI ALLE MANI (QUESTI ULTIMI SONO COSTANTI DA QUANDO ASSUMO SERTRALINA)
STAMATTINA HO MISURATO LA PRESSIONE IN FARMACIA ED è 66 E 106, CON BATTITI A 100.

è PREOCCUPANTE? SENTO SEMPRE DI AVERE L'AFFANNO E MI STANCO FACILMENTE, MA FINO AD ORA NON MI SONO PREOCCUPATA...POTREBBE ESSERE IL PROLASSO? RISCHIO QUALCOSA SE I BATTITI NON DIMINUISCONO?

GRAZIE DELL'ATTENZIONE
CORDIALI SALUTI

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Pur con i limiti del mezzo mi sento di rassicurarLa: il riscontro ecocardiografico di prolasso mitralico in soggetto con la Sua costituzione fisica è estremamente frequente e, se di grado lieve e non associato ad apprezzabile insufficienza valvolare, in genere privo di conseguenze o di sintomi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la tempestività, DOTTOR FEDI, ma vorrei sapere se, prolasso a parte, i miei 100 battiti al minuto sono preoccupanti e indice di qualche altro problema o se sono frutto di ansia e stress...temo possa venirmi un infarto o cose del genere per l'affaticamento del mio cuore!devo effettuare altre analisi o posso stare tranquilla e non pensarci?!
la ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Può stare tranquilla anche per quest'altro quesito: tutti noi raggiungiamo i 100 battiti al minuto nel corso della giornata, non necessariamente in seguito ad ansia, ma anche per attività del tutto fisiologiche quali digestione, particolare impegno fisico o psichico, eccetera.
Infine, per questo motivo, la probabilità che possa venirLe "un infarto o cose del genere" in seguito alla frequenza cardiaca un po' elevata è pari a zero.
Non vedo quindi la necessità di praticare ulteriori indagini di pertinenza cardiologica.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio tanto Dottor Fedi!
buona giornata e Auguri di buona Pasqua