Utente 124XXX
gentili dottori,
vi espongo il mio problema :
ho 21 anni soffro di obesità di ipotiroidismo ho spesso capogiri e piccoli mancamenti,
per questi capogiri sono stata ricoverata lo scorso anno per indagare sulle possibili cause sono stati fatti i seguenti esami:elettrocardiogramma,elettroencefalgramma,tac,risonanza magnetica con liquido di contrasto e vari prelieve e tutti gli esami sono risultati pulit,quindi nessuno ha capito ancora capito il perchè di questi malesseri.
dopo pochi mesi mio padre è stato operato in seguito alla rottura di un aneurisma dell'aorta ascendente.pur troppo gli aneurismi nella mia famiglia sono frequenti,la sorella di mio padre è morta per la rottura di un aneurisma che non ricordo dell'aorta addominale,il padre di mio padre era cardiopatico è deceduto all'età di 60 anni e sospettiamo che la causa della sua morte sia sempre stato un aneurisma.
la mia domanda è, se c'è un fattore di rischio che io possa a mia volta essere colpita da un aneurisma e se questi capogiri e mancamenti potrebbero essere sintomo di aneurisma cerebrale.
è possibile che familiarmente potrei essere affetta da aneurisma anche di diverso tipo dai casi di aneurismi che ci sono stati nella mia famiglia oppure se familiari questi aneurusmi potrebbero riguardare solo l'aorta addominale o ascendente escludendo quello cerebrale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Una familiarità cosi' importante come la sua puo' indicare una congenita debolezza delle pareti arteriose che determina la formazione di aneurismi (che sono rappresentate da dilatazioni delle arterie che ne indebioliscono le pareti fino a portare in alcuni casi a rotture dei vasi).
Gli esami che tuttavia Lei ha eseguito, dovrebbero riscontrare tali anomalie nei distretti analizzati (in particolare TAC e risonanza magnetica con mezzo di contrasto). Se sono risultati negativi al momento sarei abbastanza tranquillo.
Faccia comunque sempre valutare i suoi esami al suo medico di fiducia.
A disposizione per ulteriori consulti