Utente 495XXX
Salve, soffro di eritrofobia così faccio uso di tenormin in modo sporadico, 25mg (1/4 di pasticca) in occasione di alcune situazioni sociali(tavole rotonde,interventi in pubblico) in media 1 volta al mese. Questo utilizzo sporadico puo'provocare qualche effetto collaterale o essere dannoso in qualche modo? Sono in buona salute, non soffro di nessuna patologia, tranne la pressione tendenzilmente bassa (minima 70, massima 100).
Grazie per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
Lei utilizza un farmaco, ancorchè a dose minima, in modo incongruo, cioè per una indicazione non prevista: evitare (addirittura prevenendola) una somatizzazione dell'ansia.
E' altrettanto incongrua la somministrazione occasionale dei beta-bloccanti, in genere non consigliata per la possibilità di effetto "rimbalzo" alla sospensione del trattamento, tanto più probabile vista la Sua riferita tendenza all'ipotensione arteriosa.
Ritengo che proprio il fatto che assume il farmaco a dosaggio minimo abbia finora evitato il manifestarsi di effetti indesiderati.
Credo quindi che non sia una buona idea continuare con questa pratica, che alla luce delle conoscenze scientifiche attuali appare sconsigliabile (oltre che inutile, visto che l'atenololo non ha effetto ansiolitico!).
Le consiglio di chiedere al Suo curante, o meglio ad uno specialista psichiatra, cosa può assumere in caso di necessità (eventi particolarmente "emozionanti").
Cordiali saluti