Utente 158XXX
Salve,
spero di scrivere nel posto giusto, è la prima volta che utilizzo questo lodevole servizio.
ho 29 anni, ho partorito con cesareo una bimba 15gg fa. Tutto bene ma da qualche giorno sentivo freddo e brividi la sera.
Venerdì ho visto che avevo la febbre a 38, il dottore ha visto gola e tonsille rosse e ha prescritto Tachipirina 500 (per gli antibiotici, dato che allatto, mi rimanda al pediatra).
Con la Tachipirina scende un pò la febbre ma prima dello scadere delle ore, sento forte freddo e brividi e si alza.
Questa notte è arrivata a 39,8 ed ho chiamato la guardia medica che ha consigliato la Tachipirina 1000 ogni 8 ore.
La mattina il pediadra del nido dell'ospedale ha consigliato Augumentin ma mentre mio marito andava a comprarlo mi sono accorta di avere tantissimi piccoli puntini rossi in tutto il corpo.
Mi ha visitata un dottore privato e oltre la gola e le tonsille rosse pensava che lo sfogo non fosse nulla di che.
Ho iniziato con Auguentin e proseguo con la Tachipirina 1000.
Nel pomeriggio mi ha vista anche il medico di famiglia che pensa ad una forma "scarlatinosa" e consiglia di proseguire con Tachipirina e Augumentin.

Io sono molto preoccupata, non ho dolori al seno (tipo mastite), oggi ho avuto un pò di diarrea, ha poca fame e un pò di nausea.
Vorrei solo essere tranquilla che non covi qualcosa di grave, ho fatto controllare la ferita del cesareo ma dicono che esternamente è perfetta e non è nemmeno arrossata.
A livello polmonare e bronchiale sembra tutto a posto.
Cosa diavolo posso avere? per favore datemi un parere o un consiglio su cosa posso fare!

Grazie a tutti Stefania

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
è stata visitata da più medici e tutti concordano sulla possibilità di una forma infettiva. D'altra parte sono pochi giorni che la cosa va avanti. E adesso è coperta anche da un antibiotico.
Stia tranquilla, ci vuole solo un po' di tempo; se la cosa non accennerà a risolversi, fra qualche giorno ricontatti il Suo medico curante.
Saluti,