Utente 156XXX
Salve,
venerdì ho eseguito una decolorazione dal parrucchiere per ottenere un biondo molto chiaro, cosa che ciclicamente faccio da più o meno 15 anni, alternando con colori che non richiedono questo tipo di trattamento per far riposare la cute ei capelli.
le ultime due volte avevo avuto un pò di gonfiore al linfonodo fino al giorno dopo. Questa volta dopo 20 minuti dall'applicazione del prodotto decolorante ho avuto rossore e sensazione di calore (senza prurito)al volto e sugli avambracci.
Dopo circa 10 minuti (e un bicchiere di latte)è sparito tutto.
Premetto che:
a) sono una persona fortemente suggestionabile e avendo sentito recentemente di decolorazioni non andate propriamente a buon fine ero molto in ansia e in più avevo molto caldo
b)il giorno precedente avevo fatto una maschera facciale e la ceretta alle braccia (su cui avevo anche una maglia in fibre poco naturali)le zone diventate rosse sono proprio quelle su cui ho fatto i trattamenti non ho avuto altre reazioni in nessun altro punto nè gambe, nè collo, nè labbra gonfie.
C)potrei essermi toccata sia il viso che le braccia con le mani un pò sporche di decolorante

Vorrei sapere se una manifestazione del genere, per forma e durata può essere considerata una reazione allergica al decolorante e se quindi potenzialmente è rischioso che io ripeta un trattamento del genere, oppure se si è trattato di un caso di sensibilizzazione eccessiva da trattamenti delle zone interessate.

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora/ina,
in base agli elementi che riferisce, forse l'ipotesi più probabile sarebbe da ritrovare in una modesta forma di dermatite irritativa provocata dal decolorante.
Generalmente si procede comunque con dei patch test per escludere la presenza di sensibilizzazioni.
In ogni caso il rischio, in una nuova applicazione del prodotto in questione (o di prodotti che con esso condividano alcune caratteristiche chimiche), è quello di una reazione simile (o anche più grave ma sempre limitata alla cute, nella forma di un eczema da contatto).
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dott. Marchi, la ringrazio molto per la velocità e la chiarezza con cui mi ha risposto.
Ne approfitto per chiederle un'ulteriore informazione:
come mai questa sensibiilzzazione si verifica solo adesso? ho fatto diverse tinte, anche più aggressive e anche non propriamente professionali (perchè fatte inc asa) e non mi è mai successo niente e inoltre per questo colore faccio passare diverso tempo (più di due mesi) tra una tinta e l'altra.
può essere un fenomeno transitorio o dovuto a una concomitanza di sostanze chimiche (cioè non solo il decolorante ma la maschera per il viso che era autoriscaldante grazie a degli olii e quindi sicuramente non propriamente naturale. questo per capire, in attesa di eseguire i test,se è il caso di togliere anche questo prodotto da quelli che uso
Grazie
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
E' possibile che i prodotti utilizzati il giorno precedente abbiano favorito l'azione irritativa del decolorante, ma stiamo comunque facendo solo delle ipotesi, peraltro non propriamente verificabili. Potrebbero poi esistere anche fattori non ponderabili, nel senso di una maggiore "delicatezza" della Sua pelle in questo momento. Pertanto, se di dermatite irritativa si tratta (e la diagnosi prevede l'esclusione di un fenomeno allergico mediante patch test), non è possibile prevedere se in futuro (e in condizioni diverse, ad esempio senza una precedente applicazione di maschera e crema depilatoria) sarà in grado di tollerare di nuovo il prodotto. Per precauzione si sconsiglia di utilizzarlo, almeno fino al termine degli accertamenti.
E' ovvio che, se dovesse invece emergere una sensibilizzazione allergica da contatto (positività dei patch test; ricordo che allergici "si diventa"), tale prodotto non dovrà più essere usato; nel caso in cui si riuscisse ad individuare la molecola, dovrà estendere il veto a tutti i prodotti che la contengono.
Cari saluti,
[#4] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Grazie ancora, è stato gentilissimo e veramente molto chiaro
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Prego