Utente 264XXX
Gent.li dottori,
ho bisogno di un Vs. cortese consiglio riguardo un disturbo che si è acuìto nel tempo e che mi provoca notevoli fastidi.
Nel 2007 per un controllo mi ero sottoposta ad ecocardiogramma che aveva evidenziato un lieve prolasso mitralico, per cui il cardiologo mi ha rassicurato raccomandandomi solo, in caso di interventi, una profilassi con antibioticoterapia per prevenzione di endocardite batterica. In effetti poi sono stata sottoposta ad un intervento di colecistectomia per via laparoscopica ( rif. mia richiesta di consulto 2007) ed ho seguìto le indicazioni.

Nel 2009 per problemi di sporadiche extrasistole ho effettuato un altro ecocardiogramma transtoracico dal quale si rileva invariato il lieve prolasso mitralico, per il resto tutto nella norma.

Quest’anno, poiché il mio disturbo di extrasistole è diventato quasi giornaliero sono tornata dal cardiologo ed ho effettuato un altro ecocardiogramma, almeno per sapere se era cambiato qualcosa.
Questa la diagnosi, non differente dalla precedente:
EOC TIN T2N, click mesosistolico al centrum con soffio protomesosistolico 1/6 centrum; PA 120/90 a sx ed a dx
EOP: MP aspro diffuso, basi ipomobili
Addome trattabile alla palpazione superficiale e profonda
Giugulari: normocollabenti.Polsi arteriosi: tibiali posteriori e pedidie normosfigmiche:Non edemi declivi o sacrali.
ECG: ritmo sinusale ) 96 bpm, PQ 0.16; asse QRS intermedio; normale ripolarizzazione ventricolare.
Frequenti battiti ectopici ventricolari telediastolici singole e monofocali.

Conclusione: Extrasistolia ventricolare benigna secondaria a lieve prolasso del lembo anteriore mitralico invariato. PA diastolica borderline. OO tiroidei normali.
Controllo PA diastolica domiciliare ed inizia Biancospino 20 gtt mattino e sera.

Sto assumendo le gocce di biancospino in forma di macerato glicerico come consigliatomi ma a distanza di due mesi non vedo miglioramenti, ci sono giorni in cui dimentico per qualche ora questo disturbo ed altri in cui lo avverto quasi costantemente.
Vi chiedo se posso avere più benefici con una dose maggiore di gocce oppure se è più indicato lo Xanax che mi era stato prescritto dal mio medico curante nel periodo precedente al mio intervento alla colecisti, quando avevo delle coliche molto dolorose che non mi lasciavano riposare.
Naturalmente, se la Vs. risposta è positiva, ne parlerei al medico.

Vi ringrazio della Vs. attenzione ed auguro a tutti una buona giornata
Anna

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
con questo mezzo è impossibile, oltre che illegale, esprimere giudizi su terapie senza aver visitato direttamente il paziente.
Inoltre, mi pare di capire che l'ultimo controllo cardiologico risale al 2009: è una ragione di più per ripeterlo, evidenziando al collega che i Suoi disturbi sono rimasti invariati: probabilmente Le verrà prescritto un aggiustamento terapeutico, dopo aver eseguito gli opportuni accertamenti.
Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mo Dr. Fedi
prima di tutto La ringrazio della risposta così sollecita.

L'ultimo controllo, come scritto nella mia richiesta di consulto, è stato effettuato quest'anno e precisamente a fine febbraio, proprio a causa della frequenza delle extrasistole aumentata.
Il mio dubbio, oltre che sull'efficacia reale del biancospino è legato anche alla specificità del farmaco Xanax che credo non abbia effetti diretti sul ritmo cardiaco ma potrebbe ( sono altresì scettica), essendo un ansiolitico, placare in qualche modo questi battiti irregolari.
Con i miei più cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Mi scusi, ma avevo equivocato sulla data del lSuo controllo cardiologico.
A questo punto, credo che sia consigliabile un approfondimento diagnostico, magari con un ECG Holter, per stabilire quale sia il rimedio migliore per la Sua fasidiosa aritmia.
Infine, l'utilizzo di ansiolitici può avere efficacia nel controllo di alcune extrasistoli causate da somatizzazione dell'ansia, ma deve essere necessariamente limitato nel tempo e soprattutto sotto prescrizione e controllo medico.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio del Suo consiglio che seguirò sicuramente.
Grazie anche per la completezza della Sua risposta.
Con i migliori saluti
[#5] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mo Dr. Fedi
ho seguìto il Suo consiglio ed oggi pomeriggio sono andata dal mio medico curante che mi ha prescritto un ECG Holter, domattina prenoterò l'esame.
Per quanto riguarda lo Xanax ne ho parlato con il medico che non è stato affatto contrario e mi ha prescritto il medicinale con la stessa dose di 3 anni fa, 7 gocce al mattino e alla sera ( del resto di più non ne prenderei), potrebbero darmi sollievo se l'aumento di queste extrasistoli avessero un nesso con una componente ansiosa.
Credo di dover attendere alcuni giorni per la data di prenotazione ma appena avrò il risultato glielo farò sapere, chiedendoLe gentilmente di darmi un parere.

Grazie della Sua attenzione e cordiali saluti a Lei e a tutti i suoi colleghi di Medicitalia.
[#6] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mo Dr.Fedi e gent.mi medici

oggi ho ritirato il referto dell' ECG Holter in cui è scritto:

Recording 23hrs 16 mins
totale battiti normali 107590
prematuri sopraventicolari 0 - 0,000% di battiti totali
SVP 0

Totale ventricolari 936 avg 40/hr 0,9% dei battiti totali
Prematuro ventricolare 877 avg 37/hr 0,8% battiti totali
Coppia 1
Tripla 0
Salva 0
VT 0

Bradicardia 0
Battiti mancanti 0
Pause 0

Max FC 117 bpm alle 15,03 (1 min Avg)
Media FC 79 bpm (1 min Avg)
Min FC 68 bpm alle + 04:56 ( 1 min Avg)
Battiti totali 109085
Battiti stimolati 0

Commenti
Registrazione durata 23 ore e 16 min
Ritmo sinusale con fisiologica escursione della F.C.
Frequenza minima notturna 68/min
Frequenza max diurna 117/min
Registrati circa 1000 BEV isolati, monomorfi e una coppia
in concomitanza dei sintomi riferiti sul diario
si notano BEV
non pause patologiche

spero di aver scritto tutto quanto necessario per un Vs, parere, nel frattempo alterno giorni in cui sento maggiormente questi fastidi ad altri in cui li avverto in misura minore. Ho inoltre notato che nei momenti di maggiore attività ( sono la classica persona organizzata che corre per portare a termine quanto prefisso) mi sembra di stare meglio, quando invece mi fermo avverto di più le extrasistole. Sto prendendo solo la sera 5 gocce di Xanax ma credo solo per un effetto psicologico di rassicurazione per una notte più tranquilla.
In attesa di una Vs. gentile risposta Vi auguro buona serata
Anna
[#7] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora Anna,
pur non avendo preso visione diretta dell'esame, posso comunque rassicurarLa: il numero e la morfologia delle extrasistoli non hanno caratteristiche di particolare rilevanza.
Il collega che a cui sottoporrà direttamente il referto potrà valutare altri importanti parametri (ad esempio, la distribuzione oraria degli eventi aritmici) e quindi darLe maggiori e più appropriate delucidazioni.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mo Dr. Fedi,
La ringrazio per la prontissima risposta, oltretutto rassicurante.
Auguro a Lei e ai suoi colleghi un buon lavoro e buone vacanze!
[#9] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mo Dr. Fedi,
mi scuso se prolungo queste pagine del mio quesito ma ho bisogno ancora una volta della Sua opinione e di alcune delucidazioni.
Ho sottoposto il referto dell'Holter al medico che mi ha consigliato, nonostante mi abbia confermato che queste mie extrasistoli sono benigne, di assumere un betabloccante a basse dosi e cioè Sequacor 1.25mg una al giorno.
Confesso di essere un po' titubante sull'iniziare una terapia con betabloccanti, non sono sicura degli effettivi benefici sulle extrasistoli ed ho timore che potrei invece avere come risultato solo l'abbassamento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa.
Attendo un Suo gentile parere, grazie e cordiali saluti


p.s. mi viene da sorridere pensando che mi era stato prescritto il biancospino e sono arrivata al betabloccante:)
[#10] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Premetto che con questo mezzo non è possibile dare consigli terapeutici.
Posso però confermarLe che il bisoprololo a dosi minime, come quelle prescritteLe, può avere un effetto benefico su alcune aritmie extrasistoliche senza apprezzabili cali della pressione arteriosa. Inoltre, una eventuale lieve riduzione della frequenza cardiaca sarebbe, nel Suo caso, desiderabile (riscontro all'Holter di FC media 79/m', min 68/m').
Non ho motivo di dubitare che il collega consultato (che, non dimentichiamo, ha preso visione diretta dell'Holter!) non abbia considerato nella giusta misura gli effetti desiderati e non desiderati della terapia propostaLe, e quindi non vedo motivazioni per non assumerla.
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2007
Gent.mo Dr. Fedi,
come prima La ringrazio della tempestiva risposta.
Effettivamente Lei ha ragione, La ringrazio anche del dettagliato chiarimento sulla pressione e la frequenza cardiaca, desideravo avere un autorevole parere in più per poter dissolvere i miei dubbi, seguirò la terapia.
Cordiali saluti